mondoscuola

Miur e Ferdermeccanica per progetto pilota alternanza scuola-lavoro

Traineeship (2)Roma – Cinquanta istituti tecnici e professionali di tutta Italia, 200 classi e circa 5mila studenti e 600 docenti. Sono i numeri di ‘Traineeship’, progetto pilota di alternanza scuola-lavoro, nato dal Protocollo d’intesa sottoscritto da Miur e Federmeccanica, con la collaborazione di Indire. Il progetto – che vedra’ la partecipazione anche di 500 imprese metalmeccaniche che ospiteranno gli studenti all’interno della propria struttura – si propone come azione pilota rivolta agli istituti tecnici selezionati tramite bando, i cui studenti verranno coinvolti in una esperienza di alternanza scuola-lavoro a partire dall’anno scolastico 2016-17.

L’iniziativa prevede 400 ore di formazione in alternanza da programmare nell’arco del secondo biennio e dell’ultimo anno del ciclo di studi secondario, con un sistema a rotazione durante l’anno per evitare di concentrare un numero troppo alto di studenti a sessione. Obiettivo di ‘Traineeship’ e’ quello di proporre, su scala nazionale, un modello di alternanza scuola-lavoro che supporti il cambiamento della didattica nel rispetto dell’autonomia degli istituti. Al termine della realizzazione dei percorsi saranno valutate e certificate dalla scuola e dall’impresa le competenze sviluppate dagli studenti poi riconosciute a livello di filiera aziendale di Federmeccanica.

 

Con questa iniziativa “cerchiamo di codificare un percorso fino ad arrivare alla certificazione e validazione delle competenze” ha dichiarato il sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi. Un progetto, secondo Toccafondi, che servira’ a modificare “cio’ che e’ sempre mancato in questo Paese”. Ovvero, “la via duale degli istituti” in particolar modo questa sperimentazione “ci aiutera’ a verificare il tema delle competenze” e quindi a “certificare quelle acquisite durante il percorso di alternanza e anche come i ragazzi possono ‘spendere’ cio’ che imparano sul campo”. “Una vera e propria rivoluzione culturale e pratica- ha sottolineato ancora il sottosegretario- C’e’ chi parla di svendita della scuola al mondo delle imprese ma non e’ assolutamente cosi’: questo percorso prevede l’acquisizione di competenze, che e’ cio’ che serve ai ragazzi per entrare nel mondo del lavoro”.

Traineeship ha la ‘pretesa’ di diventare un modello per l’alternaza scuola-lavoro. È un progetto di punta, che vuole fare da traino ad altri che verranno”, ha dichiarato il presidente Indire, Giovanni Biondi. “Si sta introducendo la cultura dell’imparare lavorando- ha aggiunto Biondi- superando la divisione storica tra scuola e mondo del lavoro. E questo e’ un passo avanti molto importante”.

“Traineeship mette al centro i nostri giovani fornendo loro un apprendimento basato sull’esperienza lavorativa in fabbrica. Si tratta di un cambio di paradigma che enfatizza il ruolo dell’impresa nella formazione delle competenze e allinea il nostro Paese alle esperienze piu’ avanzate degli altri Paesi europei”. Cosi’ il presidente di Federmeccanica, Fabio Storchi, a margine della presentazione oggi Al Miur del progetto pilota di alternanza scuola-lavoro, ‘Traineeship’.