mondoscuola

Scuole in gita nei borghi italiani, ecco intesa Mibact-Miur-Anci

Roma – Promuovere nelle scuole di ogni ordine e grado la conoscenza dei borghi italiani e renderli mete predilette delle gite scolastiche e le uscite didattiche.

 É questo il cuore del protocollo d’intesa siglato oggi dal ministro dei Beni e delle Attivita’ culturali e del Turismo, Dario Franceschini, dal ministro dell’Istruzione, universita’ e ricerca, Valeria Fedeli, e dal vicepresidente vicario dell’Anci, Roberto Pella.

‘Per un turismo scolastico nei borghi italiani’, questo il titolo del documento sottoscritto oggi al Planetario delle Terme di Diocleziano in occasione della giornata di chiusura del 2017 Anno dei borghi.

Tra le azioni per promuovere nelle scuole la conoscenza dei borghi italiani, il protocollo sancisce la creazione di occasioni di apprendimento funzionali a favorire la conoscenza diretta e l’esperienza visita dei piccoli centri storici presenti sul territorio nazionale, adottare forme di collaborazione per valorizzare e promuovere le vocazioni territoriali, i patrimoni e le risorse culturali locali ed educare i giovani al rispetto dei valori del paesaggio. E ancora, diffondere strumenti di informazioni utili per la scelta di visite di istruzione che affianchino esperienze formative alternative alle piu’ tradizionali offerte culturali e turistiche presenti sul territorio.

Per parte sua, il Mibact favorira’ la costituzione di un gruppo di lavoro finalizzato alla promozione di viaggi di istruzione nei borghi italiani, mediante la condivisione di elementi informativi e funzionali alle esigenze degli studenti e delle scuole, con un’attenzione particolare alle persone con disabilita’. Il tutto, avvalendosi dei dati raccolti nell’Atlante dei borghi, di cui lo stesso ministero favorira’ l’aggiornamento periodico sui temi del protocollo.

Il Collegio romano, poi, si impegnera’ a creare una pagina dedicata all’Atlante dei borghi sul suo sito istituzionale. Il Miur, invece, si adoperera’ per diffondere ogni necessaria informazione in tempo utile per effettuare una scelta di viaggio consapevole della valenza educativa rappresentata dai borghi italiani e provvedera’ a organizzare tre incontri tematici per promuovere la valorizzazione e la conoscenza di alcuni dei borghi italiani oggetto del protocollo.

E ancora, il ministero dell’Istruzione organizzera’ un concorso dedicato a tutte le scuole italiane sul tema del racconto dell’esperienza del viaggio e promuovera’ la conoscenza dei borghi italiani nelle scuole italiane all’estero. Infine, l’Anci si impegna a promuovere presso i Comuni la diffusione nelle scuole in formato digitale all’inizio dell’anno scolastico di guide e materiali informativi aggiornati e utili a scegliere e organizzare le visite di istruzione, mentre sul sito anci.it verra’ aperta una sezione permanente di promozione delle iniziative e delle azioni del protocollo che ha Valenza triennale. Entro 30 giorni dalla firma verra’ costituito un comitato di coordinamento composto da 6 membri, di cui due di nomina del Mibact, due del Miur e due di Anci.