mondoscuola

Senza zaino Day, la manifestazione all’IC Pascoli di Silvi

Roma – Il 9 maggio, presso i locali delle Scuole Primarie di Silvi Alta e Pianacce si è svolta la manifestazione “Senza Zaino day” e l’inaugurazione delle aule dedicate al nuovo progetto scolastico che da quest’anno ha interessato l’Istituto Comprensivo “G. Pascoli” di Silvi.

Per dare la possibilità ad entrambi i plessi di poter presentare la propria esperienza nel nuovo ciclo di formazione, l’evento è stato suddiviso in due distinti momenti che, alternativamente nei due comprensori, ha visto il coinvolgimento del corpo docente, degli alunni e dei loro genitori, prima, e degli invitati all’evento con la vera e propria inaugurazione delle aule didattiche, successivamente.

Insieme alle maestre dei team “senza zaino” e alla Dirigente Scolastica Prof.ssa Maristella Fortunato, alla presenza del ex sindaco Francesco Comignani e del ex assessore all’istruzione Mariagrazia Marinelli che hanno investito sugli arredi delle aule, e della responsabile della rete nazionale “Senza Zaino” Maria Parola Pietropaolo che ha formato le docenti e seguito il porgetto, i piccoli protagonisti delle classi prime, nella giornata a loro dedicata, hanno presentato con partecipazione la loro giornata scolastica tipo.

Tante piccole guide che hanno preso per mano gli intervenuti mostrando loro attraverso il racconto delle azioni quotidiane i vari angoli in cui è articolata l’aula senza zaino. Dall’Agorà al timetable, dal pannello delle emozioni al lavoro ai tavoli, ai laboratori ai quadernotti, un susseguirsi di racconti, di spiegazioni tanto semplici ma tanto efficaci e naturali se riportate da bambini di appena sei anni che per la prima volta si sono trovati a dover parlare “da grandi” per spiegare ciò che fino a ieri li vedeva passivi protagonisti. In un siffatto contesto il ruolo dell’insegnante è quello di pura regia, di colei che indirizza il bambino mostrandogli lo strumento per raggiungere l’autonomia nelle azioni, nel pensiero e nella propria gestione.

A far da corollario alla parte più istituzionale della manifestazione, è seguito il momento più “intimo” per le classi, l’incontro tra i docenti, i genitori ed i piccoli studenti nel vero e proprio spirito del “Senza zaino day” quest’anno dedicato al benessere dei bambini a casa, a scuola e nel territorio. Attraverso la creazione di un atelier fotografico i genitori si sono prestati al ruolo di modelli per uno scatto fuori dal comune, cappelli, baffi, fiocchi…, il tutto per strappare un sorriso al proprio figlio e lasciare un ricordo immediato del passaggio nella nuova realtà scolastica. Dopo i saluti di rito ed il brindisi augurale l’appuntamento è stato dato al prossimo anno quando il movimento senza zaino si sarà ulteriormente ampliato con l’avvio delle classi successive della primaria e dell’inaugurazione della prima classe della secondaria di primo grado prima in Abruzzo.