mondoscuola

Sicurezza nelle scuole, firmato protocollo Miur-Fondazione Benvenuti in Italia

Roma – “Il Protocollo che firmiamo oggi è importante. La Giornata per la sicurezza nelle scuole è un punto decisivo del patrimonio culturale e conoscitivo dei nostri giovani: non possiamo mandare i ragazzi a scuola, quindi all’interno di un luogo dello Stato, e non essere sicuri di rivederli a casa. Gli investimenti che abbiamo fatto recentemente, negli ultimi 3 anni, sono importanti: parliamo di 9 miliardi per la sicurezza nelle scuole. Un investimento corposo, serio. La scuola non è più il settore in cui tagliare e risparmiare, come avveniva prima. Abbiamo fatto una scelta concreta in base a priorita’ necessarie. Ma importante, oltre agli investimenti è l’impegno reciproco, che ribadiamo oggi, a ricordare quotidianamente e in particolare il 22 novembre, in occasione della Giornata dedicata, cosa significhi andare a scuola sicuri”.

Così Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione, in occasione della firma del protocollo d’intesa tra la Fondazione Benvenuti in Italia e il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Un protocollo che nasce da una collaborazione già in atto, in particolare legata alle attivita’ del Fondo Vito Scafidi, interno alla fondazione, e volto a promuovere la cultura della sicurezza nelle scuole. Insieme al ministro Fedeli, la presidente della Fondazione Benvenuti in Italia, Francesca Rispoli, e Cinzia Caggiano mamma di Vito Scafidi, morto a causa del crollo del controsoffitto del Liceo Darwin di Rivoli nel 2008.

“Oggi un altro passo è stato fatto per la sicurezza nelle scuole- ha detto Cinzia Caggiano- abbiamo firmato il protocollo e andiamo avanti a diffondere la cultura della sicurezza e a sperare che questo paese un giorno abbia tutte le scuole belle e sicure. Spesso si sente di crolli nelle scuole- ha aggiunto – per fortuna, tra virgolette, non ci sono piu’ state vittime come Vito ma serve con urgenza l’anagrafe dell’edilizia scolastica e questo e’ un lavoro che devono fare gli enti proprietari che sono abbastanza carenti e abbastanza superficiali in questo campo”.

Con la firma del protocollo e’ stato dato il via ad una serie di iniziative che porteranno al 22 novembre, giornata nazionale della sicurezza nelle scuole. A Torino sono infatti previsti una serie di incontri pubblici – organizzati dalla Fondazione Benvenuti in Italia – a partire da lunedì 30 ottobre. Il primo appuntamento sarà la presentazione del rapporto sull’edilizia scolastica della commissione Cultura del Parlamento; a seguire il 20 novembre la presentazione del libro ‘La giustizia non è un sogno’ di Raffaele Guariniello. Il 22 novembre sarà la volta del corteo ‘Per Vito e per il nostro futuro’. La manifestazione partirà da piazza Castello alle 9.30 e arriverà ai giardini reali. Alle 11 le delegazioni scolastiche parteciperanno ad un dibattito nell’auditorium dell’Itis Avogadro. Il Miur in occasione della Giornata nazionale per la sicurezza, ha specificato il ministro, “inviterà le scuole a ricordare che cos’è la cultura della sicurezza, quali sono gli avvenimenti che hanno purtroppo determinato alcune tragedie, e quindi a ragionare sulla sicurezza nelle scuole”. Altri due appuntamenti sono previsti il 4 e il 18 dicembre, sempre a Torino, dedicati rispettivamente alla presentazione del rapporto ecosistema scuola di Legambiente e del XV rapporto sulla sicurezza delle scuole.