giornalisti-in-erba

Sorrisi che si librano in volo

 

Unico rimedio alla melanconia, sei tu

il tuo manto focato,

rilucente come il mare in agosto…

discorsi indiretti, non verbali, ma precisi…

occhi che non hanno colpa, ma danno solo gioia…

gioia vera e sincera, gaudio, tripudio!

Unica fonte di esodo dalla monotonia feriale!

I tuoi arti in completa simbiosi formano un’allegra sinfonia

di abbracci fraterni e giocosi dietro semplici carezze appena accennate.

Corporatura d’una consistenza quasi soave, sfuggente, ultraterrena!

Unico conforto contro l’aporia del vivere e la distaccata filosofia.

Cielo che ti riflette, luna che t’illumina e…sole che ti trasmette tenuamente calore.

Bastano poche cose per sentirsi a casa, come sentire il tuo profumo intenso,

lo stesso candido e morbido profumo del neonato,

che dorme accanto alla madre stremata dal parto…

lo stesso profumo del bacio scambiato teneramente tra due amanti …

lo stesso profumo che genera e viene generato dall’estasi dell’Amore.

La piccola culla ancora calda di te, dei tuoi lunghi sonni e sede dei tuoi più innocenti pensieri.

Orazio Pucci III B Liceo Scientifico – Comiso(RG)