mondoscuola

Stampa 3D in classe, in arrivo nuovo software gratuito nelle scuole

Roma – Dopo tre anni di sperimentazione nelle scuole italiane, un team di ricercatori dell’Indire ha messo a punto un sistema che permette di realizzare e gestire laboratori di stampa 3D in classe in modo semplice ed economico.

L’ambiente online, denominato 3D Indire, include una serie di strumenti di modellazione e di ottimizzazione della stampa e uno spazio di condivisione dei modelli e delle esperienze realizzate. Il sistema è gratuito e prevede la possibilità di alimentare un archivio personale di forme e modelli con le proprie creazioni.

Inoltre, per facilitare la configurazione e l’utilizzo dei programmi per la stampa 3D in classe, è stato predisposto un apposito server dedicato, In3Dire. Con questo programma è possibile avere una linea Wi-Fi privata, che funziona anche senza connessione alla rete Internet, dove studenti e docenti possono collegarsi e trovare tutti i software preinstallati per la gestione dell’intero ciclo di stampa. All’interno di 3D Indire il team di ricercatori ha poi progettato e sviluppato SugarCAD, un software gratuito di modellazione 3D ottimizzato per le scuole, in lingua italiana e inglese.

«Abbiamo creato un software freeware per la modellazione 3D – spiega Alessandro Ferrini, ricercatore dell’Indire e sviluppatore di SugarCAD – partendo da zero e mettendo al primo posto le esigenze del mondo scolastico. SugarCAD è un prodotto utilizzabile gratuitamente, non richiede grandi risorse tecnologiche ed è ottimizzato per tablet e dispositivi touch screen. Grazie alla sua semplicità di utilizzo, permette a docenti e studenti di dare forma alle loro idee».

SugarCAD consente agli istituti scolastici di ogni ordine e grado di scegliere la soluzione migliore alle proprie esigenze, permettendo finalmente agli studenti di approcciarsi alla realizzazione di modelli 3D in base all’età o al proprio livello di esperienza. Gli insegnanti avranno l’occasione di sperimentare questi strumenti insieme ai ricercatori dell’Indire a Fiera Didacta Italia, la manifestazione più importante sul mondo della scuola, in programma a Firenze dal 27 al 29 settembre.

Indire da anni è impegnato con il progetto di ricerca [email protected], l’osservatorio che monitora le più interessanti esperienze legate ai Maker, gli “artigiani digitali” in ambito educativo. In particolare, l’istituto sta studiando l’interazione tra i modelli Maker-space e Fablab con il sistema scolastico italiano, analizzando quali contributi questo tipo di realtà possano dare all’innovazione della didattica.