mondoscuola

Studenti e libri, siglata intesa Miur-editoria per l’alternanza

Roma – Far conoscere agli studenti il mondo del libro con un’esperienza di lavoro in una casa editrice, in una libreria o in biblioteca. É quanto prevede il protocollo d’intesa, sull’alternanza scuola-lavoro, dal titolo ‘Libri fuori-classe’ firmato oggi al Miur dalla ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli e dai presidenti delle 3 associazioni promotrici del progetto, Riccardo Franco Levi (Aie), Paolo Ambrosini (Ali Confcommercio) e Rosa Maiello (Aib).

Il progetto investe per la prima volta tutta un’intera filiera: ogni anno circa 1,5 milioni di studenti delle terze, quarte, quinte classi della scuola secondaria di secondo grado partecipano ad esperienze di questo tipo, prima di affrontare l’esame di Stato. Sono oltre 200 le case editrici, librerie, biblioteche che hanno gia’ aderito, in 17 regioni italiane. Qualsiasi scuola, a partire da oggi, puo’ contattare direttamente uno degli aderenti per avviare da subito un progetto di Alternanza.

L’iniziativa si articola in sei percorsi che le scuole possono scegliere secondo le loro esigenze o in base a un progetto condiviso con l’azienda o la realta’ ospitante. Ogni percorso e’ introdotto da un video, scelto appositamente per avvicinare gli studenti al tema in modo innovativo e vicino alle loro esperienze e per fare da spunto per l’avvio delle attivita’ proposte nei percorsi didattici. Cuore e snodo formativo del progetto e’ la piattaforma www.librifuoriclasse.com attraverso la quale ogni insegnante puo’ scegliere gli argomenti da sviluppare, con tutte le risorse necessarie per condurre operativamente le esperienze di scoperta del mondo del libro. All’avvio del prossimo anno scolastico Libri Fuori-Classe mettera’ a punto anche un’iniziativa di ‘impresa simulata’. Ogni singolo istituto potra’ inoltre avviare la costituzione e la gestione di una biblioteca aperta al territorio.

Stiamo spingendo molto alla lettura– ha spiegato la ministra- che e’ fondamentale per la formazione dei ragazzi. Questo progetto ha un duplice merito: da una parte, attraverso i percorsi ideati e progettati dall’Aie, da Ali Confcommercio e dall’Aib, gli studenti del triennio delle scuole secondarie di secondo grado italiane potranno conoscere dall’interno la filiera del libro, comprenderne i meccanismi, entrare in contatto con tutte le professionalita’ legate al mondo del libro“. “Si tratta– ha concluso Fedeli- di uno straordinario momento formativo e di apprendimento attivo. Dall’altra parte, ‘Libri Fuori-Classe’ promuove l’avvicinamento alla lettura tra i nostri giovani, facendo un’operazione culturale lodevole ed encomiabile“.