mondoscuola

Studenti Leonardo Da Vinci incontrano i ragazzi del cinema America

ROMA – Cinema, volontariato e territorio. Questi i temi che uniscono l’esperienza dell’Associazione Piccolo Cinema America agli studenti dell’Istituto Leonardo Da Vinci, impegnati nel progetto ‘Agente 0011′. Nato per educare i giovani alla sostenibilità ambientale e allo sviluppo consapevole, l’iniziativa ha coinvolto gli studenti di tutta Italia in concrete attività di cambiamento del proprio territorio. Ieri mattina una classe dell’Istituto Da Vinci si e’ riunita in piazza San Cosimato per visitare i luoghi che hanno caratterizzato l’esperienza del Piccolo America. Guidati da Valerio Carocci, presidente dell’associazione culturale, hanno ascoltato il racconto dei ragazzi percorrendo le tappe principali della loro battaglia territoriale. Non solo il Cinema America, ma anche piazza San Consimato e il Cinema Troisi, ultima conquista dell’associazione che diventera’ un luogo di incontro e di studio.

Una passeggiata nel cuore di Trastevere, sul quale i ragazzi hanno concentrato le loro ricerche territoriali. “Si tratta di un percorso concentrato sui temi della salute e del benessere- racconta Cristina Raho di Amref, l’Ong che ha accompagnato i ragazzi nella realizzazione del progetto- Il percorso prevedeva l’analisi del territorio, l’identificazione del bisogno e il confronto per progettare una soluzione.
L’esperienza dei ragazzi del Cinema America rispecchia la realizzazione di un percorso che unisce territorio e cittadinanza”.

Nata nel 2014 con l’obiettivo di promuovere il patrimonio culturale e cinematografico sul territorio romano, l’associazione Piccolo Cinema America rappresenta infatti un esempio di rivalutazione di uno spazio pubblico. Dopo l’esperienza del Cinema America, gli sforzi dei volontari si sono concentrati nella realizzazione del Festival Trastevere Rione del Cinema. Un vero e proprio festival del cinema che per tre estati ha raccolto 100mila spettatori, riuniti attorno allo schermo installato in piazza San Cosimato.

Artigiani, negozianti e cittadini si sono riconosciuti in un progetto che ha ridato vitalita’ a uno spazio che si stava spegnendo, e che grazie alle luci cinematografiche e’ tornato a brillare.

“Questa giornata e’ stata molto interessante e potrebbe essere una spinta per noi ragazzi per creare qualcosa dal nulla- dice Martina, studentessa del Leonardo Da Vinci- Esperienze come quella di oggi ci avvicinano al territorio e ci fanno capire praticamente come applicare le nozioni teoriche affrontate
durante l’alternanza scuola-lavoro”.