giornalisti-in-erba

Viaggio in Egitto

Quando si parla di piramidi tutti pensano all’Egitto; insieme alla sfinge sono i monumenti più importanti che restano di questa civiltà. I lavori per costruire le piramidi iniziavano quando il faraone veniva eletto e duravano molti anni. Era necessario l’impegno di ingegneri, architetti, artigiani, operai schiavi e contadini. Le piramidi venivano costruite seguendo principi matematici; le facce sono orientate verso i punti cardinali e gli spigoli simboleggiano i raggi del sole. Dentro le piramidi c’erano diverse camere funerarie per confondere i ladri. La camera vera era destinata al sarcofago del faraone e al suo corredo funebre. Il corredo funebre era composto da oggetti che in vita appartenevano al defunto e da ciò che poteva servirgli nell’aldilà. Gli antichi egizi infatti credevano nella vita dopo la morte e il defunto veniva accompagnato alla sepoltura con preghiere e canzoni e, giunto al cospetto degli dei, veniva sottoposto a giudizio.

In classe abbiamo realizzato le piramidi con vari materiali, rispettando alcune regole matematiche… viaggiando con la nostra fantasia nell’antico Egitto tutti insieme!

ECCO COME ABBIAMO COSTRUITO LE NOSTRE PIRAMIDI

Abbiamo disegnato un quadrato su cartoncino, poi per ogni lato del quadrato abbiamo disegnato un triangolo equilatero, su un lato di ogni triangolo abbiamo disegnato una linguetta, abbiamo dunque incollato le linguette e creato la nostra piramide di base cm 6.

Ne abbiamo create altre due, una di base 20 cm e una di base 30 cm. Infine le abbiamo ricoperte tutte di sabbia, o farina di mais o cous cous! Un vero divertimento!

classe IV E

D.D. “E. De Amicis”

plesso Nazario Sauro – PALERMO