Visita al museo dell’Antartide

A novembre, siamo andati con la classe in visita al museo dell’Antartide. Siamo partiti alle 8:20 da scuola, abbiamo camminato fino alla stazione dei treni; siamo saliti sul bus 17/. Abbiamo percorso una lunga strada, e ad un certo punto siamo arrivati a destinazione, cioè a S. Giovanni nell’ex ospedale psichiatrico dove abbiamo attraversato dei grossi gazebi. Abbiamo fatto merenda nel “parco delle rose” in cui abbiamo giocato, poi ci siamo incamminati, e dopo un po’ di tempo siamo arrivati davanti al museo. Il dottor Pugliese ci ha chiesto se avevamo paura, noi gli abbiamo risposto di no; abbiamo camminato in un piccolo tunnel; hanno acceso un forte rumore, lo abbiamo attraversato e il dottor Pugliese ci ha detto che quel rumore era il vento dell’Antartide che poteva soffiare fino a 300 km orari. Ci siamo divisi in 2 gruppi uno è entrato in una aspirale mentre l’altro ha guardato un piccolo video sull’Antartide, poi ci siamo scambiati. Poi abbiamo visto la ricostruzione della capanna di Robert Scott l’inglese che è stato il primo ricercatore ad arrivare in Antartide. Poi abbiamo visto la capanna di Roal Amunndsen il norvegese, il secondo arrivato In fine abbiamo visto la nave del famoso Ernest Shakleton anche lui inglese. Poi la nostra guida ci ha fatto vedere dei modellini di nave; abbiamo anche visto dei veri frammenti di meteoriti ritrovati in Antartide. Alla fine siamo saliti al piano superiore e siamo arrivati in una grande sala per metterci in collegamento con lo zio di Barbara che lavorava presso la base Concordia in Antartide, ma non ci siamo riusciti perché c’era una tempesta di neve quindi abbiamo guardato un documentario sugli animali dell’ Antartide. Abbiamo preso il bus e siamo tornati a scuola.
Consiglio a tutti di andare a visitare il museo dell’ Antartide di Trieste.

DUCIC TIA
classe IVC scuola primaria U. Saba Trieste