tg - diregiovani

Tg Diregiovani – Edizione del 15 maggio 2017

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Servizio civile obbligatorio: la proposta del ministro Pinotti
Formare i ragazzi con competenze che variano dalla protezione civile alla sicurezza sociale. E’ questa la proposta lanciata dal ministro Pinotti in occasione della novantesima adunata nazionale degli alpini a Treviso. “L’idea di riproporre a tutti i giovani e alle giovani di questo Paese un momento unificante – ha spiegato Pinotti – non più solo nelle forze armate, ma con un servizio civile in cui i giovani possono scegliere dove meglio esercitarlo, è un filone di ragionamento che dobbiamo cominciare ad avere”. Nettamente contrario all’iniziativa, il senatore Maurizio Gasparri: “Riproporre la ferma obbligatoria, come sembra fare il governo – ha detto – e’ una scelta antistorica e sbagliata. Peggio ancora sarebbe una forma di servizio civile obbligatorio messo a disposizione caso mai di Ong dagli obiettivi ambigui o dei Buzzi di turno”.

Wannacry, 100 mila le organizzazioni colpite
100 mila organizzazioni colpite in 150 paesi. È questo il risultato dell’attacco informatico lanciato da WannaCry. A renderlo noto è l’Europol.  “Siamo di fronte ad una escalation – ha detto nella serata di ieri il capo di Europol, Rob Wainwright, in una intervista ad Itv – il numero dei sistemi colpiti potrebbe continuare a crescere quando domani le persone tornano a lavorare”. Oggi, quindi, con la riaccensione dei computer potrebbero verificarsi ulteriori ripercussioni. Per difendersi dall’attacco, oltre ad eseguire affidabili backup al fine di ripristinare facilmente i sistemi interessati in caso di cifratura da parte di WannaCry, la polizia ha consiglia di seguire una procedura informatica analiticamente descritta sui siti www.poliziadistato.it e www.commissariatodips.it.

“Stress lavorativo”. In Giappone arriva la blacklist delle aziende che pretendono troppo
Lo “stress da lavoro” è un fenomeno diffuso a livello globale e che non conosce frontiere. Una conseguenza del raggiungimento di livelli eccessivi è troppo spesso l’aumento dei suicidi di lavoratori dipendenti o collaboratori. Per far fronte a questa piaga, in Giappone, il governo centrale ha proposto e realizzato la prima lista nera delle aziende che viene aggiornata mensilmente, e che conta ad oggi 334 nomi d’imprese che avrebbero già violato le leggi su orari settimanali e straordinari. Sinora le istituzioni del Paese del Sol Levante avevano soprasseduto sul fenomeno e i suoi risvolti preoccupanti, ma il clamore crescente all’estero ha spinto il governo a intervenire in prima persona. La ragione di questa scelta ardita starebbe nelle statistiche più recenti del cosiddetto “karoshi”, che corrisponderebbe al rischio di «lavorare fino alla morte», e che riguarderebbe ben un dipendente su cinque: da qui la necessità di adottare con urgenza misure dissuasive.

La Bella e la Bestia in home video dal 29 giugno
Il film Disney La Bella e la Bestia, dopo aver conquistato il pubblico grazie alla sua storia senza tempo e ai personaggi rimasti nel cuore del pubblico, arriverà in home video in Blu-Ray 3D, Blu-Ray,  Dvd e su tutte le piattaforme digitali dal prossimo 29 di giugno. La Bella e la Bestia, in home video sorprenderà lo spettatore grazie ai tanti contenuti speciali inclusi nella versione blu-ray. Si potranno seguire da vicino i filmmakers e il cast per scoprire come questo amatissimo film d’animazione è stato trasformato in un nuovo classico live-action, partendo dalla prima incantevole lettura del copione, per arrivare a un affascinante approfondimento che mostra come il film abbia preso vita grazie a scenografie sfarzose, costumi elaborati e tecnologie all’avanguardia. Un esclusivo documentario presentato da Emma Watson e incentrato sulle meravigliose donne che hanno preso parte alla realizzazione del film. Infine, più di 10 minuti di scene eliminate e svariati contenuti speciali musicali.

Seria A, Roma rimonta super sulla Juventus
C’era da aspettarselo. Ti pare che la Roma, se ha l’occasione, lo sgambetto alla Juventus non glielo fa? Eccome! Non uno, ma tre: tre sono i palloni che Buffon raccoglie nella sua porta, frutto di un secondo tempo improponibile se vuoi vincere tutto e subito. Ora si dirà che il campionato è riaperto e che la Roma se la può giocare: tutto vero, ma difficile che la Juve sbagli due gare di fila. Certo è che tra la finale di mercoledì e la partita di domenica con il redivivo Crotone, Allegri e i suoi si giocano più di una fetta di stagione. Fallito il match point dell’Olimpico, ora c’è da mantenere la calma e preparare la finale di Coppa Italia, perché la Lazio non scherza. Passata la finale, nel bene o nel male, si comincerà a pensare alla gara col Crotone, che nelle ultime sette gare ha totalizzato la bellezza di diciassette punti.