tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Unicef, cresce il numero dei rifugiati bambini
Secondo il nuovo Rapporto dell’UNICEF “Uprooted: the growning crisis for refugee and migrants children” in tutto il mondo sono circa 50 milioni i bambini sradicati dai loro Paesi di origine. Di questi 28 milioni sono costretti a fuggire dalle proprie case a causa di conflitti di cui non sono responsabili e altri milioni di bambini si spostano nella speranza di trovare un futuro migliore ed una vita più’ sicura. Tra i dati presenti nel Rapporto e che preoccupano maggiormente quelli sui minori non accompagnati. Nel 2015, oltre 100.000 minorenni non accompagnati hanno, infatti, richiesto asilo in 78 paesi – il triplo rispetto al 2014. I bambini non accompagnati sono tra quelli più esposti a rischi di sfruttamento e abuso, compresa tratta e traffico di esseri umani. Sempre secondo l’Unicef è la Turchia ad ospitare il maggior numero di rifugiati recenti, e molto probabilmente il numero più grande al mondo di bambini rifugiati.

OSIRIS-REx: pronto al lancio il “cacciatore di asteroidi”
Conto alla rovescia per OSIRIS-REx la missione spaziale sviluppata dalla NASA per l’esplorazione degli asteroidi nell’ambito del Programma New Frontiers, il cui lancio è previsto per oggi 8 settembre 2016 con una finestra di lancio ampia due ore (dalle 23.05 all’01.05 GMT). Il piano di volo prevede che la sonda raggiunga 101955 Bennu indicativamente nel 2019; dopo sei mesi trascorsi in orbita attorno all’asteroide, la sonda preleverà un campione dalla sua superficie che porterà sulla Terra nel 2023. Bennu è un asteroide Apollo del Sistema solare. È stato scoperto l’11 settembre 1999, nell’ambito del programma LINEAR. Le sue caratteristiche spettrali ne permettono la classificazione tra gli asteroidi carbonacei di tipo B. Ha una forma sferoidale con un diametro medio di 560 metri. È stato estensivamente osservato attraverso i radiotelescopi di Arecibo edi Goldstone.

Beyoncé mette a riposo la sua voce
Concerto rimandato per Beyoncé. Si sarebbe dovuta tenere ieri sera la prima data dell’ultima leg del “Formation World Tour” a New York. I problemi alle corde vocali hanno, però, costretto la cantante a spostare il live al 7 ottobre. Il riposo non durerà molto comunque. I portavoce del MetLife Stadium – dove si sarebbe esibita Beyoncé – hanno già comunicato che i concerti di St. Louis, Los Angeles, Santa Clara, Houston, New Orleans, Atlanta, Philadelphia e Nashville non subiranno cambiamenti. Niente di cui preoccuparsi quindi per Beyoncé che continuerà già dal prossimo 10 settembre a raccogliere i frutti del suo lavoro. Frutti che si attestano intorno ai 123 milioni di dollari. Di cui 26 milioni solo per la prima serie di concerti. Questi i biglietti venduti in totale durante le prime due leg del tour e conteggiati da Live Nation. Numeri da capogiro che incoronano Beyoncé e il suo tour come uno dei più visti di questa estate.

Santoro, con Robinù storie di malavita e di ragazzi con il kalashnikov
Robinù, l’intenso documentario ideato e diretto da Michele Santoro è approdato alla 73a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nella nuova sezione non competitiva Cinema nel Giardino. Basato sui veri volti dei baby-boss della camorra, dei loro familiari devastati dal dolore e il loro racconto diretto e senza alcuna mediazione, il documentario porta per la prima volta sullo schermo la storia di un intero giovane popolo ridotto a carne da macello. Sotto gli occhi indifferenti delle istituzioni, quei ragazzi hanno evaso qualunque obbligo scolastico, non parlano italiano, hanno i denti già devastati dalla droga, ed esprimono chiaramente sentimenti e passioni di una forza sconosciuta a quella parte di Paese definita “normale”. Il 15 giugno 2016 il Tribunale di Napoli, si legge nel comunicato stampa che accompagna il lancio del film, ha condannato oltre 40 imputati – per la maggior parte ragazzi – riconoscendo per la prima volta l’esistenza di un cartello criminale formato dai giovanissimi Sibillo e dagli eredi del vecchio boss Giuliano.

Apple, presentati i nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus
Apple ha finalmente svelato il nuovo iPhone 7, che promette di rivoluzionare il mercato degli smartphone. Come per l’iPhone 6, anche il nuovo nato di casa Apple uscirà in due versioni: iPhone 7 e iPhone 7 Plus. Entrambi i modelli sono gli apripista di quella che si preannuncia come una grande rivoluzione itech: Apple abbandona il jack audio, scegliendo l’innovazione delle cuffie senza fili. La scelta degli auricolari Airpads ha permesso ai nuovi dispositivi di garantirsi un posto nell’olimpo degli smartphone impermeabili. Grosse novità anche per la fotocamera, che nel modello Plus vanterà una doppia lente per consentire scatti con la stessa qualità di una reflex. Per la prima volta, il nuovo dispositivo di Cupertino uscirà in Italia con il primo lancio il 16 settmbre 2016 a partire da 799 euro. Preordini già disponibili dal 9 settembre.