tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Bonus cultura anche per i diciottenni, in arrivo 500 euro
Scatta oggi l’ora del bonus da 500 euro in cultura per i diciottenni. “E’ un provvedimento importante perché vuole indirizzare i giovani alla bellezza e perché è rivolto anche a coloro che sono diventati italiani”, spiega il senatore del Pd Andrea Marcucci, presidente della commissione Cultura a Palazzo Madama. Ecco come fare per ottenere la somma stanziata dal governo allo scopo di favorire la formazione culturale dei giovani e nello stesso tempo incrementarne i consumi. I ragazzi nati nel 1998 (anche extracomunitari), come prima cosa dovranno registrarsi su uno dei 5 identity provider (Poste, Aruba, Tim, Infocert e Sielte) per ottenere lo ‘Spid’ (il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale). In questo modo si diventerà riconoscibili dallo Stato e si riceveranno le credenziali per accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione. Il secondo passo consiste nell’installazione sullo smartphone o sul tablet dell’app ’18app’, dalla quale sarà possibile scegliere le attività o i beni da comprare.

Buon compleanno Greenpeace
Greenpeace spegne le 45 candeline. La storia dell’Organizzazione ambientalista prende il via il 15 settembre del 1971 quando un gruppo di volontari partiva da Vancouver, in Canada, a bordo del peschereccio Phyllis Cormack, poi ribattezzato Greenpeace, per cercare di fermare i test atomici sull’isola di Amchitka, in Alaska. Greenpeace nasce con questo viaggio: sebbene la nave non raggiunse mai Amchitka, perché intercettata dalle autorità statunitensi, la missione sviluppò nell’opinione pubblica una crescente opposizione ai test atomici che portò al loro bando. Ancora oggi questa è Greenpeace: la capacità di aggregare le persone attorno a un obiettivo ambizioso e vincere anche le sfide più difficili. Oltre tre milioni di sostenitori, 36 mila volontari in tutto il mondo, a cui si aggiungono migliaia di attivisti, cyberattivisti, ricercatori, lobbysti e un numero sempre crescente di alleati.

Attenti alle bufale, il consiglio di Piero Angela
“Andare avanti insieme alla macchina, non essere esclusi da essa”. Cosi’ Piero Angela ha sintetizzato, davanti a una platea di giovani, il suo pensiero sul progresso tecnologico. Ieri, nell’auditorium dell’Universita’ di Tor Vergata, un lungo incontro con i ragazzi degli ultimi anni delle scuole superiori e con alcuni studenti del secondo ateneo romano. Il divulgatore ha parlato per più di un’ora di tecnologia e progresso, anche attraverso il suo percorso personale, iniziato “quando ancora non c’era la televisione” e arrivato fino all’era dei social network. Il giornalista scientifico, rispondendo alle domande degli studenti, ha invitato i ragazzi a selezionare e verificare sempre le informazioni che leggono su Internet.

Google Arts & Culture, a spasso con i dinosauri
Con Google Arts & Culture anche l’impossibile diventa possibile. Passeggiare con i dinosauri, ad esempio, o correre avanti e indietro nel tempo. È la realtà virtuale alla portata di tutti, è un viaggio fantastico degno di “Jurassic Park”. Basta un pc e volendo i visori per la realtà aumentata e il gioco è fatto. 50 Musei di scienze naturali di 15 Paesi diversi, 300 mila immagini e video, 150 mostre digitali create appositamente, 30 tour interattivi – con Google Street View -, 20 “expedition tour” da vivere con i visori a 360 gradi. Questi i numeri che Google ha pensato per il più grande museo di scienza naturali al mondo. Il viaggio nel Giurassico permette di vedere e scoprire in 3D i grandi “mostri” preistorici, dal Rhomaleosaurus del museo di Londra al Giraffatitan del Museo di storia naturale di Berlino. Per vivere questa esperienza unica basta visitare il sito g.co/naturalhistory o scaricare l’apposita app pensata per i device portatili.

Cristiana Capotondi presenta Fuoricinema
Per tre giorni il grande schermo diventa il protagonista con Fuoricinema. Arriva a Milano la kermesse – o meglio la festa – voluta da Cristiana Capotondi e Cristiana Mainardi. Dal 16 al 18 settembre, la capitale lombarda, si animerà di artisti, proiezioni e performance musicali. Il tutto condito da pochi e semplici elementi. Un palco e uno schermo, un’arena da un migliaio di posti seduti e posti sul prato e un piccolo villaggio con street food e un market place. “Quando abbiamo iniziato a cullare l’idea, – ha spiegato Cristiana Capotondi – abbiamo innanzitutto immaginato qualcosa cui avremmo voluto partecipare da spettatori. Anche Fuoricinema è un’opera collettiva, che si è potuta concretizzare e potrà crescere solo grazie alle intuizioni e al lavoro di molte persone”. Dietro la kermesse, non c’è, infatti, solo il nome di Cristiana Capotondi. Insieme a lei, nella progettazione dell’evento la Stecca degli Artigiani, la Casa della Memoria, la Fondazione Riccardo Catella e il Cinema Anteo.