tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Caraibi, l’uragano Matthew semina morte e terrore
Morte e devastazione. E’ ciò che sta lasciando alle sue spalle l’uragano Matthew, in questi giorni sui Caraibi. Al momento sono 25 i morti complessivi e la sua furia sta viaggiando verso nord-est. Nonostante abbia perso potenza, scendendo a categoria 3, gli esperti spiegano che può provocare pericolose inondazioni lungo tutta la costa atlantica degli Stati Uniti. Sull’argomento è intervenuto anche Barack Obama, dopo essersi recato alla Fema (la protezione civile americana). Il presidente ha messo in guardia la popolazione ed ha invitato le persone interessate a seguire gli ordini di evacuazione. “Si può riparare e ricostruire – ha detto – ma non si può riportare indietro uno vita persa”. Secondo il Centro nazionale per gli uragani, la tempesta tropicale potrebbe essere la peggiore a colpire il sud degli Stati Uniti in quasi un decennio. Durante il suo percorso Matthew ha già colpito duro Haiti, con venti superiori a 230 chilometri orari.

Università. Test di medicina: caos sulla domanda numero 16, studenti pronti ai ricorsi
Sono “moltissime” le irregolarità che si sono verificate durante i test di settembre per le facoltà ad accesso programmato per l’anno accademico 2016/2017. La denuncia viene da una nota dell’Udu-Unione degli Universitari. Elisa Marchetti, coordinatrice nazionale, parla in particolare di una domanda di logica, la numero 16, del test di accesso a medicina: “La prima irregolarità che si è verificata riguarda la domanda 16. Nella correzione il Miur ha in un primo momento indicato come risposta corretta la A. Successivamente, viste le tantissime segnalazioni relative alla non univocita’ della risposta, al momento della pubblicazione dei punteggi in forma anonima, il Miur ha assegnato a tutti i concorrenti 1,5 punti, i quali innegabilmente hanno influito sulla graduatoria”. “Siamo pronti a presentare ricorso per quegli studenti che, avendo risposto correttamente secondo la prima valutazione del Miur, si trovano nei posti immediatamente successivi agli ultimi ammessi (nella forbice di circa 2 punti)- afferma la coordinatrice.

Il Comitato Giovani dell’Unesco seleziona nuovi soci in tutta Italia
Il Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco apre per la seconda volta selezioni ufficiali per individuare nuovi soci in tutte le regioni d’Italia. I giovani saranno scelti per affiancare il Rappresentante Regionale dell’associazione e i soci già presenti nel processo di strutturazione dell’organizzazione a livello locale, nella pianificazione e nella programmazione delle attività dell’associazione e negli obiettivi del Comitato. I dettagli delle posizioni aperte e le modalità di partecipazione sono disponibili sul sito www.unescogiovani.it. Si ricercano candidati presenti e attivi sul territorio della regione di riferimento, con profili professionali trasversali, motivati e pronti a sostenere e promuovere i valori e i principi dell’Unesco. Per inviare la propria candidatura c’è tempo fino alle 12.00 del 10 ottobre 2016. I requisiti richiesti sono: “avere un’età compresa fra i 20 e i 35 anni e un diploma di scuola secondaria superiore o universitario”.

Ben Stiller si confessa: “Ho sconfitto il cancro alla prostata”
È una confessione inaspettata quella fatta ultimamente da Ben Stiller. L’amato attore ha, infatti, rivelato, nei giorni scorsi, di aver combattuto due anni una battaglia  contro il cancro. Una battaglia che, fortunatamente, l’ha visto vincitore.“Ho avuto il cancro un paio di anni fa. Volevo parlarne, così come del test che mi ha salvato la vita”, ha scritto l’attore su Twitter. Parlarne, d’altronde, è il modo migliore per convincere gli altri a controllarsi. È, così, che Stiller ha lanciato l’argomento, linkando l’intervista in cui racconta tutto. È successo tutto all’improvviso, ricorda l’attore: “Due settimane – prima di scoprirlo – non avevo neanche un urologo”. Tutto è cominciato il 13 giugno del 2014. Alla scoperta della malattia, ovviamente è arrivata anche la paura. Ben Stiller racconta di aver cominciato a cercare online i sintomi per capirne di più. Una cosa su cui è certo, però, è che la prevenzione vince su tutto.

Teo Mammucari lascia Le Iene: tutta colpa di Frank Matano
Teo Mammucari lascia Le Iene. A salire sul palco, insieme a Ilary Blasi, saranno Frank Matano e Gianpaolo Morelli, quest’ultimo chiamato a sostituire proprio Mammucari. Il primo arriva direttamente dal web. Famoso per i suoi scherzi pubblicati su Youtube, Matano ha poi raggiunto la gloria televisiva come giudice di “Italia’s got talent”. Il sostituto di Mammucari è, invece, attore, sceneggiatore e scrittore. Noto al pubblico televisivo per la sua interpretazione del disastroso Ispettore Coliandro,  ha al suo attivo molte pellicole cinematografiche. Adesso i due si preparano al rinnovamento de Le Iene. Un rinnovamento che possa aiutare a ridare nuova linfa al programma, orfano  – prima ancora –  anche di Luca e Paolo. Secondo il settimanale Chi, la ragione che avrebbe portato il conduttore a questa decisione è solo una: Frank Matano. Mammucari non avrebbe sopportato la presenza del comico sul palco, impossibile per lui dividere la conduzione con il prescelto dallo staff de Le Iene.