tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Con l’inverno alle porte inizia la stagione influenzale
Con l’inverno alle porte è inevitabile parlare del classico malanno di stagione: l’influenza. Si stima che ogni anno nel mondo si ammalano circa 500 milioni di persone, pari a quasi il 10% della popolazione del pianeta. Il virus viene trasmesso tramite microscopiche goccioline di saliva emesse dalle persone infette con gli starnuti, con la tosse o anche con la semplice fonazione. Le conseguenze saranno soprattutto febbre, raffreddore e mal di pancia o altri sintomi gastrointestinali che si stima colpiranno fino a 8 milioni di persone. Il periodo più a rischio sarà come sempre quello dopo Natale quando un mix tra basse temperature, dopo baci e abbracci tra parenti, darà un’accelerata alla diffusione dei virus influenzali. Secondo le previsioni il 40% delle persone che verranno colpite sarà sotto i 18 anni, un altro 40% tra i 18 e i 65 e solo il 20% sarà over 65.

Whatsapp e Telegram, privacy e sicurezza delle chat a rischio
Brutte notizie per gli utenti di Whatsapp e Telegram sul fronte sicurezza. Le due piattaforme di messaggistica sarebbero, infatti, altamente vulnerabili. A rivelarlo è InTheCyber, società milanese specializzata nella sicurezza offensiva e difensiva informatica. La violazione degli account sarebbe possibile grazie alla facilità di accesso indebito alle segreterie telefoniche di alcuni gestori e alle procedure di autenticazione dei sistemi di messaggistica, incautamente basati su messaggi telefonici vocali. Nella pratica, ai malintenzionati basta conoscere il numero di telefono della vittima e possedere “competenze tecniche minime” per venire in possesso della chat completa di Whatsapp o Telegram. Un problema che – se fosse confermato da fonti ufficiali – interesserebbe, secondo le stime degli esperti, circa 32 milioni di SIM italiane. Al momento le due piattaforme, a detta di InTheCyber, avrebbero accolto con indifferenza queste informazioni.

Captain Fantastic premiato alla Festa del Cinema di Roma
Il pubblico della Festa del Cinema di Roma ha scelto Captain Fantastic come miglior film tra la selezione di quest’anno. Il film diretto da Matt Ross con Viggo Mortensen, ha convinto e conquistato l’audience di ogni età con i suoi personaggi fuori dal comune e con le sue atmosfere sognanti e commoventi. “Un film che premia lo spirito di questa edizione della Festa unendo un pubblico di spettatori adulti appassionati e l’entusiasmo dei ragazzi delle scuole che hanno riempito le proiezioni a loro dedicate” – commentano Fabia Bettini e Gianluca Giannelli, direttori artistici di Alice nella città – “L’incontro con Matt Ross, Viggo Mortensen e i ragazzi rimane uno dei momenti più emozionanti e significativi di questa edizione di Alice nella città. Saremo felici di sostenere il film in occasione dell’uscita italiana”. Captain Fantastic uscirà nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 7 dicembre distribuito da GOOD FILMS.

MOTOMONDIALE: E’ VALENTINO ROSSI SHOW
A pancia piena si ragiona meglio, dice il proverbio. Si corre peggio, però. Alla prima gara da campione del mondo, Marc Marquez “festeggia” nel peggiore dei modi il suo fresco titolo: sul circuito di Philip Island, a diciotto giri dal termine della gara, inforca male il tornantino e scivola rovinoso. Addio sesta vittoria stagionale, ne approfitta l’inglese Crutchlow, vera rivelazione dell’anno, che brinda alla sua seconda affermazione in questa edizione del motomondiale. La notizia, però, la fa Valentino Rossi, partito quindicesimo e arrivato alle spalle del britannico. Avesse avuto più assistenza dal suo team ai box forse la rincorsa a “The Dog” poteva avere esiti differenti. Tant’è, rimane aperta la corsa al secondo posto in classifica generale, con Lorenzo che tallona il romagnolo a meno ventiquattro.

Brian May cancella i concerti per problemi di salute
“Siamo tristi nell’annunciare il rinvio dei nostri concerti a lume di candela previsti il prossimo dicembre”. Così Brian May annuncia al suo pubblico la decisione di cancellare le 11 date in programma a dicembre con la catante Kelly Ellis. Una decisone difficile per il chitarrista dei Queen, che ha condiviso con i suoi fan la sua lunga battaglia contro una malattia che lo sta logorando da anni. “Sono ad un punto in cui non mi sento in grado di esibirmi per i prossimi concerti ad uno standard che tutti si aspettano – prosegue May – Mi hanno avvisato di stare a riposo e cercare di guarire, piuttosto che uscire e rischiare di fallire sul lavoro là fuori, che sarebbe veramente una tragedia”. Non è chiaro di quale male soffra il chitarrista dei Queen, ma dalle sue dichiarazioni, il sospetto è quello della depressione: “Sto combattendo contro una enorme nuvola nera nella mia sfera personale che sta fiaccando entusiasmo ed energie e ti fa sentire come se niente avesse senso”.