tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg diregiovani

Nuova edizione del Tg diregiovani

 

Il 1 aprile del 1976 nasceva Apple
Quand’è nata era un’azienda divertente: Steve Wozniak e Steve Jobs per registrare la neonata “Apple Computer Inc.
” avevano scelto come giorno il primo di aprile del 1976, un modo goliardico per distinguersi dalle seriose aziende tradizionali. Così come il prezzo del primo prodotto, l’Apple I, prezzato 666,66 dollari (equivalenti a più di tremila euro di oggi) perché Wozniak “amava i numeri con le cifre ripetute”. E gli scherzi. Apple non ci ha messo molto, però, per diventare un’azienda decisamente seria. Quotata in Borsa nel 1980, divenuta sinonimo di computer, poi sull’orlo del fallimento e oggi prima azienda per capitalizzazione di Borsa al mondo.

I robot adesso scrivono romanzi
È cronaca di oggi dello straordinario risultato ottenuto da un gruppo di ricercatori della Future University Hakodate, capeggiato da Hitoshi Matsubara e del loro ‘robot scrittore’. Il manoscritto, dal titolo emblematico “The Day A Computer Writes A Novel”, ha superato le selezioni del Nikkei Hoshi Shinichi Literary Award, un premio letterario molto noto nel paese del Sol Levante. La giuria del premio non ha mai sospettato che dietro il romanzo ci fosse una ‘mente artificiale’ e se alla fine non gli ha tributato il premio finale è solo per un mero giudizio estetico. “The Day A Computer Writes A Novel” passerà così alla storia per essere stato il primo ad aver superato il giudizio di veri scrittori e concorso per la vittoria finale di un ambito premio.

Il mondo di McCurry in mostra alla Reggia di Venaria
E’ la più importante rassegna dedicata al fotografo americano, con oltre 250 immagini, alcune mai viste prima, pronte ad essere svelate al pubblico della Venaria Reale: ‘Il mondo di Steve McCurry’, va in scena dal primo aprile al 25 settembre 2016 in una cornice regale, l’imponente Citroniera delle Scuderie juvarriane della residenza sabauda alle porte di Torino. L’esposizione, organizzata dal Consorzio La Venaria Reale e curata da Biba Giacchetti, porta il pubblico in viaggio con il grande fotoreporter americano, testimone dei principali scenari di guerra della seconda metà del Novecento, narratore appassionato di culture lontane, esodi di massa, pagine drammatiche e significative della storia recente.

FarmaParty la nuova moda a stelle e strisce
A lanciare l’allarme sulla moda dei Farma Party è stata la massima autorità americana in materia, la Food And Drugs Administration (Fda) che ha invitato i genitori a tenere sotto chiave i loro medicinali. In questa sorta di “roulette russa” dei farmaci si possono trovare dai farmaci da banco per il raffreddore ad altri soggetti a prescrizione, dagli antidolorifici potenti e antidepressivi fino a quelli per l’iperattività, tutti mescolati insieme in un’unica boccia, e magari prima bagnati con l’alcol. Il divertimento comincia quando i ragazzi dispongono tutti i medicinali su un tavolino ed iniziano a consumarne a manciate, mescolandoli.

E’ morta Zaha Hadid l’archistar del MAXXI
Ricoverata in ospedale per una bronchite, l’archistar irachena Zaha Hadid ha avuto un attacco di cuore ed è morta oggi a Miami all’eta’ di 65 anni. La notizia è stata confermata poco fa dalla BBC, ma in Italia non ha subito preso piede. Si leggeva infatti in rete che la morte dell’architetto fosse una bufala, opera del sito Mediamass, specializzato in articoli di questo “calibro”. Purtroppo invece è tutto vero. Nata a Baghdad, Hadid ha studiato matematica all’università di Beirut prima di trasferirsi in Inghilterra. L’archistar è stata la prima donna a vincere il premio Pritzker, il più celebre riconoscimento per il settore.