tg - diregiovani

Tg Diregiovani – Edizione del 22 maggio 2017

Nuova edizione del Tg Diregiovani

La Svizzera ha scelto: addio al nucleare
Con il 58,2% dei consensi i cittadini svizzeri hanno detto sì all’abbandono del nucleare tramite referendum. Entro il 2050 stando al nuovo piano del governo, la popolazione dovrà aumentare l’elettricità prodotta da fonti rinnovabili e ridurre i consumi individuali di energia. Un passo storico per la Svizzera, primo Paese al mondo ad affidarsi al nucleare. Il piano, prevede lo spegnimento progressivo dei 5 reattori nucleari che ad oggi soddisfano un terzo del fabbisogno energetico della svizzera e punta ad una riduzione del 35% dei consumi individuali di energia. Per Greenpeace, si tratta di «una vittoria storica». Delusione invece è stata espressa dal partito Udc, primo partito del Paese e grande sconfitto del referendum.

#PalermoChiamaItalia, parte la Nave della legalità
Domani 23 maggio 70.000 studentesse e studenti saranno protagonisti di #PalermoChiamaItalia, l’iniziativa organizzata dalla Fondazione Falcone e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca per la commemorazione delle stragi di Capaci e via D’Amelio in cui hanno perso la vita, venticinque anni fa, i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Quest’anno, in occasione del venticinquesimo anniversario delle stragi, torna anche il viaggio della Nave della Legalita’. Nel tragitto, oltre mille ragazze e ragazzi incontreranno le istituzioni e si confronteranno sull’educazione alla cittadinanza e sull’eredità di Falcone e Borsellino. La Nave salperà da Civitavecchia nel pomeriggio di oggi, per approdare a Palermo la mattina del 23, dando ufficialmente il via alle
celebrazioni.

Il co-fondatore di Twitter si scusa per l’elezione di Trump
“È stata un brutta cosa, perché senza Twitter molto probabilmente non sarebbe diventato presidente. Mi dispiace”. Con queste parole *Evan Williams, il co-fondatore di Twitter, ha chiesto scusa dalle pagine del New York Times agli americani per l’elezione di Donald Trump. “Penso che Internet sia guasto”, ha aggiunto con rammarico. Poi l’amara riflessione:*“Pensavo che quando ad ognuno fosse stato possibile esprimersi liberamente e scambiare idee ed informazioni il mondo sarebbe diventato automaticamente un posto migliore. Mi sbagliavo”. Donald Trump conta ormai oltre 30 milioni di followers sul suo account personale. Followers a cui ha parlato per tutta la durata della campagna elettorale. Tweet su tweet sono serviti al presidente eletto per scavalcare spesso i media tradizionali e veicolare le sue idee. Lo stesso Trump ha ammesso che senza Twitter non sarebbe arrivato alla Casa Bianca. Per Williams adesso “le cose non possono che peggiorare”.

Juventus campione d’Italia, bianconeri nella storia
Il tempo di sognare è durato, si e no, una ventina di ore: Napoli e Roma che negli anticipi “balneari” del sabato, insediavano i bianconeri e riaprivano la lotta scudetto, serviva a fare il titolone. E basta. Perché la Juventus che si cuce il 33esimo tricolore sul petto, lo fa sbranando il malcapitato Crotone, a cui non da neanche per un momento l’impressione di essere salito allo Stadium a giocarsi una salvezza miracolosamente vicina. Ma la Juventus dei record non ha ancora finito. Il 3 giugno i bianconeri saranno in campo per la finale di Champions League contro il Real Madrid per tentare l’impresa ‘triplete’. Una partita difficilissima: le statistiche dicono che le ‘merengues’, nelle gare secche, non sbagliano. Ma è quello il vero obiettivo di una annata che, per i bianconeri, è già straordinaria.

L’arte in mostra al Liceo Mamiani di Roma
Al Liceo Mamiani di Roma arriva l’arte e la scuola si trasforma in una galleria per studenti e cittadini. Il prossimo 27 maggio lo storico liceo romano apre le sue porte e all’interno del progetto “La visionarietà dell’arte” inaugura la mostra realizzata all’interno degli ambienti scolastici. L’iniziativa rientra nel programma di conoscenza dell’Arte moderna e Contemporanea avviato da anni e che quest’anno ha già visto gli studenti partecipare alla lectio magistralis del Maestro Ciani nell’Aula Magna del Liceo lo scorso 18 maggio dal titolo “L’opera d’arte dalla forma figurativa tradizionale all’astrazione concettuale”. Le opere in mostra rimarranno in dotazione alla scuola, come laboratorio visivo per l’esercizio della critica e in funzione di stimolo all’espressività artistica.