tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg DireGiovani

L’errore agli Oscar 2017. Trovato il colpevole

Rimarrà nella storia l’errore agli Oscar 2017. Una busta sbagliata e il destino della categoria “Miglior Film” è cambiato in pochi secondi. PriceWaterhouseCooper – la società che si occupa del conteggio dei voti agli Oscar dall’edizione del 1934 – aveva subito annunciato di aver aperto un’inchiesta sull’errore. Un’inchiesta durata poco perché si sarebbe già scovato il colpevole. Si tratta di Brian Cullinan, uno dei soci della società. All’uomo era stato affidato il compito di consegnare la fatidica busta ma una distrazione ha cambiato tutto. Colpa di un tweet che stava preparando. Cullinan, infatti, stava per postare su Twitter una foto di Emma Stone, l’attrice il cui nome era sulla busta sbagliata. In quel momento, il destino ha voluto che prendesse la busta dalla pila sbagliata per consegnarla a Warren Beatty. Un errore di cui non si è accorto fino a quando non è stato proclamato vincitore il film sbagliato.  Brian “è veramente sconvolto per quell’errore”, ha detto la società.

Cinque anni fa moriva Lucio Dalla, il ricordo della sua Bologna

Il 1° marzo del 2012, l’Italia perdeva uno dei suoi più grandi artisti: tre giorni dopo, Lucio Dalla avrebbe compiuto 69 anni. Sono passati cinque anni da allora, e ancora il suo ricordo è vivido nella memoria dei fan e degli italiani. La sua arte quest’anno verrà celebrata anche anche dal cinema in “Lucio ti scrivo” un film che è stato prima un’opera teatrale e ora sbarca nelle sale di tutta Italia. E’ qui che ritroveremo con i portici, Anna e Marco, Futura, il caro amico de ‘l’anno che verrà’, Meri Luiss, le sue canzoni, e i personaggi che le hanno ispirate. La pellicola è suddivisa in otto episodi legati ad altrettante canzoni.

Starbucks sbarca a Milano

Starbucks sbarca in Italia e sceglie Milano come città pioniera. L’azienda americana ufficializza la nascita del nuovo store che aprirà a fine 2018 nella centralissima piazza Cordusio, a poche decine di metri dalla Madonnina, nello storico Palazzo delle Poste: “Ci è voluto del tempo per trovare il posto adatto- racconta il Ceo di Starbucks, Howard Schultz- ma quando ho avuto l’occasione di vedere questo palazzo ho realizzato che questo sarebbe stato il teatro perfetto per celebrare l’arte del caffè, portando al contempo rispetto per l’imparagonabile cultura Italiana di servirlo”. Schultz ha voluto annunciare l’esordio italiano di Starbucks con una colazione privata a Palazzo Marino, alla presenza dei giornalisti e del sindaco di Milano Beppe Sala. Dopo l’apertura del primo store, grazie all’accordo con il gruppo Percassi, verranno aperti nel 2018 altri piccoli punti vendita Starbucks dislocati per la città, tutti disegnati e progettati secondo il contesto milanese.

Will Smith sbarca su Netflix con “Bright”

Will Smith sbarca su Netflix. L’attore sarà protagonista di “Bright”, un thriller fantasy che debutterà nella piattaforma di streaming a dicembre. Ambientato in un presente alternativo in cui umani, orchi, elfi e fate convivono fin dalla notte dei tempi, “Bright” racconta la storia di due poliziotti molto diversi tra loro, Ward e Jacoby. Diversi perché uno – Smith – è un umano, l’altro – Joel Edgerton – un orco. Tutto comincia in una notte di pattuglia insieme che cambierà per sempre le loro vite e soprattutto il futuro del mondo. Colpa di una forza oscura che remerà contro i protagonisti. Il film segna una nuova collaborazione per l’ex principe di Bel Air e David Ayer, il regista di Suicide Squad a capo anche di questa produzione. Netflix non ha badato a spese per produrre il lungometraggio. Il film, infatti, è costato ben 90 milioni di dollari, rendendo la pellicola il progetto più costoso che la piattaforma di streaming abbia mai realizzato.

Coppa Italia: questa sera torna il derby notturno tra Roma e Lazio

Saranno mille gli agenti e 770 gli steward schierati, nel piano di sicurezza messo a punto per il derby di Coppa Italia tra Lazio e Roma, che oggi torna di sera dopo l’ultima edizione alle 20.45 datata 8 aprile del 2013. Attenzione particolare è stata posta sul sistema di afflusso e deflusso degli spettatori, organizzati su due diverse direttrici. Area Ponte Milvio e Ponte Duca d’Aosta per i laziali, padroni di casa in questa gara, ed area Clodio-ponte della Musica per i romanisti. Nella circostanza è stato richiesto ad Atac un potenziamento dei servizi di trasporto pubblico dedicato allo stadio, in modo da contenere il numero delle auto nell’area dell’Olimpico. Meticolosi i controlli all’interno dello stadio, anche alle spalle degli spettatori in attesa, con specifiche finalità antiterrorismo, tenuto conto anche delle recenti valutazioni dei servizi di intelligence che hanno ribadito l’esigenza di mantenere alta la guardia.