tg - diregiovani

Nuova edizione del tg Diregiovani

Nuova edizione del tg Diregiovani

Stati Uniti cresce la rete delle ‘case santuario’
Dopo città e chiese, anche tante abitazioni private negli Stati Uniti si stanno trasformando in rifugi per stranieri che non hanno i regolari documenti, e che quindi rischiano la deportazione da parte degli agenti del Servizio Immigrazione. La rete di questi nascondigli, e dei loro responsabili, sta aumentando rapidamente, dopo la stretta di Trump agli immigrati irregolari. A rivelarlo a un’emittente latinoamericana è o redazio, professore di storia e attivista per i diritti umani di Los Angeles. Gochez dichiara di essere a conoscenza di almeno 50 rifugi – ricavati nelle cantine, in stanze segrete o nei sottotetti delle abitazioni – ma ammette che il numero potrebbe essere ancora più alto. Tuttavia, l’avvocato Alex Galvez ha ricordato che offrire ospitalità a un immigrato irregolare, o aiutarlo in altro modo a sfuggire alle autorità, negli Stati Uniti costituisce un crimine federale, con conseguenze penali serie.
Cassini svela Pan, la strana luna di Saturno a forma di raviolo
E’ stata soprannominata “raviolo” la piccola luna di Saturno immortalata nelle immagini scattate dalla sonda Cassini. Uno scorcio ravvicinato come mai prima d’ora di Pan, uno dei tantissimi satelliti naturali del pianeta degli anelli. La sonda della NASA ha fatto un primo approccio a soli 24mila km. Questa distanza ravvicinata ha permesso di catturare immagini di Pan che rivelano chiaramente la sua geologia e la sua strana forma. Pan è un piccolo satellite naturale di Saturno di soli 34 km di diametro. Orbita intorno al pianeta ogni 13,8 ore ad una distanza di 133mila km in una regione conosciuta come Divisione di Encke, uno spazio vuoto presente sull’anello A. E’ il più interno dei satelliti di Saturno finora conosciuti. Pan, come luna di Saturno Atlas, ha una cresta equatoriale che gli conferisce una forma distintiva disco volante.
Scarlett Johannson, lo spot che prende in giro Ivanka Trump
Scarlett Johansson contro Ivanka Trump. L’attrice, da sempre sostenitrice del partito democratico, ha interpretato la figlia del Presidente Donald in un falso spot girato per il Saturday Night Live. Quasi un minuto e mezzo in cui la Johansson lancia “Complicit”, un profumo dal nome eloquente. Ivanka è “bella e potente”, “potrebbe fermare” le azioni del neo presidente “ma non lo farà”, recita il voice over, perché è appunto “complice” del padre. La finta Ivanka si destreggia fra champagne e salotti per bene, dimostrando come il suo autoproclamato femminismo in realtà non sia proprio reale. Lo si scopre nel riflesso che appare quando si guarda in uno specchio. È in quel momento che appare Donald interpretato da Alec Baldwin.

2cellos: il 26 giugno al Foro italico
A grande richiesta i 2Cellos annunciano il ritorno in Italia: una data imperdibile del loro “The Score Tour 2017” in questo caso accompagnati da una “Strings Orchestra”, il 26 giugno a Il Centrale Live – Foro Italico di Roma. Il nuovo album, dedicato alle colonne sonore del cinema, è stato registrato con la London Symphony Orchestra e include le rivisitazioni in chiave 2Cellos dei temi originali di varie indimenticabili musiche tratte da film leggendari come “Nuovo Cinema Paradiso” di Ennio Morricone, “Il Gladiatore” e “Rain Man” di Hans Zimmer e “Il Padrino” di Nino Rota. Dopo l’uscita di “Score”, il 22 marzo parte dal Palladium di Londra il tour mondiale, che fa tappa in Italia il 30 marzo al Mediolanum Forum di Milano, già sold out con 9500 biglietti venduti e che poi prosegue in Europa (già sold out tutti i concerti primaverili nelle arene), da maggio in Giappone e da luglio negli USA.
Serie A. Juve di rigore, Roma e Napoli come da copione
La Juve marcia tranquilla, almeno lei. La gara contro il Milan, invece, di tranquillo non ha niente. Rigore allo scadere a parte, è nel complesso che il Milan si sente defraudato, anche se non più tardi di due settimane fa, al Milan non fu contestato un doppio tocco di Bacca su calcio di rigore. Roma e Napoli, come da copione: mentre a Napoli la polemica è ad uso esterno (De Laurentis punzecchia la Juve), a Roma pare ci sia un nuovo capitolo della saga Totti vs Spalletti. I giallorossi passano su quelle che definire macerie del Palermo è un eufemismo. Sotto lo sguardo dell’improbabile nuovo presidente o , i rosanero lasciano il campo alla Roma di Spalletti, che non pare squadra lucida e tantomeno serena.