tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Electronics ban, anche il Canada ne valuta l’adozione

Anche il Canada sta valutando l’ipotesi di emettere un’ordinanza che vieti tablet e laptop a bordo, obbligando i passeggeri a lasciarli nelle valigie in stiva per ragioni di sicurezza. Tale misura, annunciata ieri dagli Stati Uniti, e che riguarderà i voli provenienti sette specifici paesi del Medio oriente più la Turchia, è stata intrapresa in seguito a varie segnalazioni raccolte dall’Intelligence riguardo minacce di attentati terroristici a bordo degli aerei. Il governo canadese ha fatto sapere alla stampa di essere intenzionato ad analizzare a sua volta tali informazioni: “È nostro dovere”, ha detto il ministro dei Trasporti, Marc Garneau, aggiungendo che una volta fatto, “prenderemo la decisione più appropriata”. Il Regno Unito si è subito allineato con la politica anti-terrorismo di Washington, paese che, con il Canada, la Nuova Zelanda e l’Australia, forma il gruppo ‘Five Eyes’, un’alleanza che ha come obiettivo il contrasto a questo nemico sconosciuto.

Giornata Mondiale dell’Acqua: 1 bambino su 4 con risorse limitate
Secondo un rapporto dell’UNICEF lanciato oggi in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, quasi 600 milioni di bambini –  1 su 4 nel mondo – entro il 2040 vivranno in aree con risorse idriche estremamente limitate. “L’acqua è fondamentale, senza acqua niente può crescere. Nel mondo, milioni di bambini non hanno accesso ad acqua sicura – questo mette a rischio a le loro vite, minaccia la loro salute e mette a repentaglio il loro futuro. Se non agiremo subito, questa crisi continuerà ad acuirsi” ha dichiarato Anthony Lake, rettore generale dell’UNICEF. Secondo il rapporto, 36 paesi stanno attualmente affrontando alti livelli di stress idrico, questo accade quando la richiesta di acqua supera ampiamente le fonti disponibili rinnovabili. Temperature più calde, innalzamento dei livelli del mare, inondazioni sempre più frequenti, siccità e scioglimento dei ghiacci influiscono sulla qualità e la disponibilità dell’acqua e dei sistemi sanitari.
Brexit per il popolo Erasmus è la Scozia la terra promessa
Con l’uscita dalla UE da parte dell’Inghilterra è inevitabile che la vita dei singoli cittadini, per non parlare delle imprese, cambi radicalmente. Non fanno eccezione gli studenti universitari, quelli del programma Erasmus. Per questi si aprono, però, nuove prospettive e nuove mete, in particolare quelle scozzesi. I campus della Scozia già negli ultimi anni hanno fatto registrare un balzo in avanti delle presenze. Si è passati dalle 37mila presenze del biennio 2006/2007 alle oltre 50mila degli ultimi due anni. Studenti che “migrando” per motivi di studio generano ricchezza e posti di lavoro. Secondo uno studio recente della Oxford Economics nel solo biennio 2014-2015, gli studenti europei arrivati in Inghilterra hanno generato un volume di affari per 25,8 miliardi di sterline e creato oltre 206mila posti di lavoro. Un fiume di denaro che potrebbe ora spostarsi verso la Scozia.
Apple, l’iPhone si tinge di rosso
In attesa dell’uscita dell’iPhone 8, Apple lancia iPhone 7 e 7 Plus in una nuova colorazione: il rosso. Si chiama (PRODUCT)RED Special Edition ed ha una finitura in alluminio appunto di colore rosso. L’idea nasce dalla volontà di celebrare gli oltre 10 anni di collaborazione fra Apple e (RED), un marchio no-profit utilizzato (sotto licenza) da varie aziende partner, i cui proventi finiscono al Fondo globale per la lotta all’Aids, la tubercolosi e la malaria. I nuovi modelli saranno disponibili negli store e online da venerdì, con le prime consegne che partiranno entro la fine di marzo. Quanto ai prezzi, iPhone 7 da 128GB costa 909 euro, iPhone 7 Plus parte invece da 1.049 euro. Apple ha rinnovato pure iPhone SE, il piccolo della casa col display da 4 pollici, che ora raddoppia la memoria passando alle versioni da 32GB e da 128GB, in vendita nell’ordine a 509 e 619 euro.
Nicki Minaj è record: 76 brani nella Billboard Hot 100
Nicki Minaj è record. La rapper fa la storia della Billboard Hot 100 con ben 76 singoli entrati nella classifica. Un numero che la rende, tra le artiste donna, la più prolifica. E il traguardo è ancora più particolare se si pensa che prima il record era detenuto da Aretha Franklin. La regina del soul si ferma a quota 73 e viene sorpassata così dalla Minaj. Il numero 76 Nicki l’ha raggiunto con il suo ultimo album che non è ancora uscito ma da cui ha già estratto tre singoli: “Regret in Your Tears”, “No Frauds” con Drake e Lil Wayne e “Changed It”. La Franklin, per quarant’anni, è stata la regina assoluta della chart. Dal 18 giugno 1977 quando debuttò alla numero 54 con “Break it to me gently” ffino all’11 marzo 2017. La Minaj l’ha raggiunta il 18 di quel mese con “Make Love” cantato in coppia con Gucci Mane.