tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg diregiovani

Nuova edizione del Tg diregiovani

L’Olanda vieta le auto a benzina a partire dal 2025
E’ un processo irreversibile quello messo in piedi dall’Olanda: vietare le automobili a benzina e diesel a partire dal vicino 2025. Una scommessa ‘green’ che sta muovendo, proprio in questi giorni, i suoi primi passi legislativi, anzi il provvedimento che porterà il petrolio – almeno quello per le autovetture – ad essere fuori legge ha già ottenuto una sua prima approvazione in Parlamento. Questa di mettere out la benzina e il gasolio da trazione non è il solo provvedimento ‘green’ adottato dall’Olanda. Già nel 2013, infatti, il governo si è battuto e ha imposto l’isolamento termico degli edifici, per meglio razionalizzare i riscaldamenti abitativi, e una forte riduzione delle emissioni di CO2. Nella sua speciale battaglia il paese dei mulini a vento non è solo. A dicembre 2015, proprio l’Olanda, ha fondato, insieme ad altri 12 Paesi – molti del Nord America – la Zero-Emission Vehicle Alliance.

Il Mississippi passa una legge antigay e Bryan Adams annulla il concerto
Nonostante in USA i gay possano sposarsi ovunque, alcuni stati stanno approvando delle leggi omofobe che limitano la libertà di milioni di cittadini in base al loro orientamento sessuale. Dopo il North Carolina anche il Mississippi sta approvando una norma che discriminerà le persone LGBT. Contro quest’ondata di intolleranza sono scese in campo moltissime celebrità, Bruce Springsteen ad esempio ha annullato un suo show in North Carolina per protesta e adesso ha deciso di fare la stessa cosa anche Bryan Adams. Il cantante di “Heaven” ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un annuncio dove spiega perché ha annullato il suo concerto. “In Mississippi è passata una legge anti-LGBT che dice di tutelare la ‘libertà religiosa’. Trovo incomprensibile che i cittadini LGBT vengono discriminati nello stato del Mississippi. Non posso in coscienza esibirmi in uno Stato in cui ad alcune persone vengono negati i loro diritti civili a causa del loro orientamento sessuale. Perciò annullo il mio spettacolo del 14 aprile al Mississippi Coast Coliseum.”

In Cina embrioni umani resistenti al virus Hiv
Embrioni umani resistenti al virus Hiv. Sono stati creati in Cina dal gruppo coordinato da Yong Fan dell’Università di Guangzhou e il risultato è stato pubblicato sul Journal of Assisted Reproduction and Genetics. La notizia è riferita sui siti internet di Nature e Science e arriva in un clima diverso dall’esperimento annunciato in Cina nel 2015 da un altro gruppo di ricercatori, che aveva presentato i propri tentativi di manipolazione di un gene responsabile della beta-talassemia, una malattia del sangue molto grave, negli ovociti fecondati. Ma allora il team non aveva raggiunto i risultati sperati. In seguito tutti i ricercatori del settore si erano imposti una moratoria per l’applicazione del taglia-incolla del Dna, o editing genetico, sugli embrioni umani: una tecnica promettente, ma delicatissima per le evidenti implicazioni etiche. Dopo mesi di dibattito, in un documento approvato a Washington a dicembre, gli esperti hanno detto sì alla possibilità di modificare il Dna di embrioni umani, ma esclusivamente di quelli destinati alla ricerca.

Mobilità a impatto zero, presentata in Sicilia unʼauto elettrica a energia solare
Realizzata in Sicilia, arriva l’auto ad energia solare: il suo nome è Archimede Solar Car 1.0, un prototipo low cost, presentato presso l’Università di Catania. E’ un progetto creato in collaborazione da Onlus, università e aziende private siciliane che intendono promuovere la mobilità eco-sostenibile e la riduzione delle emissioni nocive. L’auto elettrica ha una lunghezza di circa 4,5 metri, con una copertura fatta interamente di pannelli fotovoltaici, capaci di immagazzinare elevate quantità di energia, da renderla praticamente illimitata. Infatti a differenza delle classiche auto elettriche dove diventa impossibile effettuare viaggi lunghi, con Archimede Solar Car 1.0, il problema sarebbe risolto. L’obiettivo principale resta comunque quello di sensibilizzare i cittadini ad una corretta mobilità ecologica e sostenibile, con notevoli benefici sia per l’ambiente che per la salute.

Torna Mowgli dal 14 aprile al cinema
Torna in sala, in chiave live action, il classico d’animazione Disney “Il Libro della Giungla”. La pellicola, al cinema dal 14 aprile, sarà disponibile anche 3D, diretto da Jon Favreau (Iron Man, Iron Man 2), il film vanta la presenza di un incredibile cast di voci italiane, chiamate a interpretare gli indimenticabili personaggi che il giovane Mowgli incontra in questa avventura senza tempo. La storia, nata originariamente dalla fantasia dello scrittore inglese Rudyard Kipling, narra le vicende di Mowgli, un giovane cucciolo di uomo cresciuto da una famiglia di lupi e costretto a lasciare la giungla quando la temibile tigre Shere Khan, segnata dalle cicatrici dell’uomo, giura di eliminarlo per evitare che diventi una minaccia. Mentre abbandona la sua unica casa, Mowgli s’imbarca in un avvincente viaggio alla scoperta di se stesso, guidato dalla pantera Bagheera e dallo spensierato orso Baloo.