tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Save the Children avverte: “Duemila bambini a rischio in Grecia”
Si stima che circa 2.000 bambini sianointrappolati nel campo greco di Idomeni dove, da quando e’ stato ridotto drasticamente il numero di passaggi alla frontiera,migliaia di persone, provenienti per lo piu’ da Siria e Iraq, vivono in condizioni inaccettabili. Il campo, che ha una capacita’ di accoglienza di 1.200 persone, tre giorni fa ne ospitava 3.500, mentre ieri l’altro il loro numero e’ salito a 5.000. La maggior parte di loro sono famiglie. Non sono garantiti i servizi essenziali, la protezione e il soddisfacimento dei bisogni primari, tra cui anche un’informazione adeguata.Questa la denuncia di Save the Children, l’organizzazione internazionale indipendente dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo e tutelarne i diritti.L’organizzazione ribadisce la necessita’ che i Paesi europei forniscano una risposta unitaria alla crisi, assicurando percorsi sicuri e legali per raggiungere l’Europa e rispondano ai bisogni umanitari delle persone che si trovano all’interno dei loro confini e affrontando le cause piu’ profonde che sono alla base della crisi.

Donald Trump cita Mussolini ed è polemica
Il candidato alle primarie del partito repubblicano americano Donald Trump ha pubblicato sul suo profilo Twitter una citazione di Mussolini scatenando reazioni indignate in rete e non solo: “Meglio vivere un giorno da leone che cento giorni da pecora”, questa la frase ritwittata da Trump, che l’ha ripresa dall’account “ilduce2016”, un profilo che ha come logo una foto di Mussolini con i capelli del tycoon americano. La Rete si è indignata, ma il milionario ha sottolineato che non si è trattato di una gaffe. “Voglio essere associato a buone citazioni. Mi piaceva come suonava…”, ha affermato in un’intervista in Tv durante la quale gli è stato chiesto se voleva essere paragonato al dittatore. “Sapevo di citare Mussolini”, ma era una citazione interessante.ha spiegato.

Oscar, vincono Morricone e Di Caprio
Nella notte si è tenuta a Los Angeles la cerimonia di consegna degli Oscar, che ha visto trionfare Ennio Morricone, vincitore della statuetta per la Miglior Colonna sonora e Leonardo Di Caprio, come Miglior Attore. Entrambi non avevano mai vinto il prestigioso riconoscimento dell’Accademy, se non si conta l’Oscar alla carriera che il maestro italiano ha conquistato nel 2007. Morricone, che aveva gia’ ottenuto il Golden Globe, si e’ aggiudicato la statuetta per la colonna sonora del film di Tarantino “The Hateful Height”. Leonardo Di Caprio, invece, ha vinto grazie all’interpretazione del film di Inarritu “The Revenant” e, alla consegna del premio, non ha perso occasione per lanciare un messaggio ambientalista: “I cambiamenti climatici sono una realtà che sta accadendo adesso, dobbiamo smettere di procrastinare, bisogna agire per l’umanità e per le comunità indigene, per i figli dei nostri figli, le cui voci sono poste sotto silenzio dall’avidità di pochi”, ha detto l’attore.

Starbucks, è ufficiale la prima apertura a Milano
Il mercato italiano è una delle prossime sfide di Starbucks, la catena di caffetterie americana presente in tutto il mondo con 24mila negozi in 70 Paesi e circa 300mila impiegati. Il primo punto vendita in Italia aprira’ nel 2017 a Milano. Lo avrebbe detto Howard Shultz, ceo della compagnia, aggiungendo che sara’ il primo di una serie di punti vendita che apriranno in varie citta’ italiane. L’intenzione, ha poi aggiunto, è di rendere omaggio alla cultura italiana servendo cibo del territorio e allestendo il locale con un bancone simile a quello dei nostri bar. «Sarà un classico, dinamico ed elegante caffè Starbucks – ha detto Schultz – solo che in termini di esperienza, di atmosfera e di design si noterà subito il profondo rispetto che nutriamo nei confronti del popolo italiano e della sua cultura del caffè».

A Roma torna la corsa in bici anni ’20
Dopo l’esordio del 2013 e l’appuntamento dello scorso 10 ottobre, Roma è pronta ad accogliere una nuova edizione della Tweed Ride. La scenografica festa in bicicletta è anche una competizione all’insegna della moda vintage e dell’estetica retrò. L’appuntamento è nella capitale, domenica 13 marzo. Per l’occasione i partecipanti si “maschereranno” da cittadini del primo ‘900. L’invito degli organizzatori è a far “crescere barba e baffi, avvisare nonni e zii, aprire i loro armadi e andare alla ricerca dei capi più tweed di sempre; andare nei rifornitissimi negozi vintage della capitale e mettere a punto un look in stile inglese o italiano anni ’20 – ’40, partendo dal presupposto che alla Tweed Ride tutto si può, osare è possibile e consigliato”.