tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Tg

Nuova edizione del Tg Diregiovani
L’Inquinamento uccide più delle guerre. A Nairobi la conferenza ONU
Nessuna buona nuova, per il pianeta Terra, arriva da Nairobi dove è in corso la seconda Assemblea delle Nazioni unite sull’ambiente. Una riunione mondiale dove il rapporto presentato parla chiaro: l’inquinamento e il conseguente degrado ambientale sono responsabili di morti premature ben 234 volte in più dei tanti conflitti che flagellano il pianeta. Alcuni dati specifici raccontano la situazione del mondo meglio di mille parole: nel 2012 12,6 milioni di morti sono attribuibili al peggioramento delle condizioni ambientali, di questi 7 milioni per l’inquinamento atmosferico, 842 mila per carenza di acqua potabile e pessime condizioni igieniche, circa 800 mila per l’esposizione a sostanze altamente tossiche come amianto e piombo. Inquinamento e degrado ambientale, in parte responsabili anche di catastrofi spesso frettolosamente etichettate come naturali. Dal 1995, sono morte a causa di catastrofi naturali oltre 600mila persone mentre 4 miliardi sono quelle rimaste ferite.

Più libri in tv con il “Patto per la lettura”
Avvicinare il grande pubblico alla lettura, che grazie alla tv può diventare “un’abitudine sociale diffusa e riconosciuta”. È questo l’obiettivo del patto che il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, ha firmato ieri con tutte le emittenti televisive italiane, pubbliche e private. Con l’accordo siglato al Collegio romano, Rai, Mediaset, Sky, La7 e Discovery Italia lavoreranno per sostenere la lettura e per catturare nuovi lettori attraverso approfondimenti, progetti e contenuti dedicati, ma soprattutto creando “occasioni di promozione della lettura e dei libri all’interno di ogni genere di programma”. Per Franceschini “è davvero una cosa importante, la firma di questo patto impegna tutte le televisioni nazionali. C’è un grande bisogno in Italia di aumentare il numero dei lettori e di fare trasmissioni che non si rivolgono a chi già legge ma che puntano a quel pubblico che non legge libri. Le televisioni ci devono aiutare a spiegare che leggere è una cosa meravigliosa”.

Bill Cosby sarà processato per abusi sessuali
Bill Cosby, sarà processato per abusi sessuali e le sue azioni potranno costargli 10 anni di carcere. Ad annunciarlo è stata il giudice Elisabeth McHugh a seguito dell’udienza, nella quale sono state presentate le prove contro l’attore spiegando che queste sono sufficienti per iniziare un processo. Il reato commesso dall’ex dottor Robinson protagonista dell’omonima serie tv degli anni ’80 , risale al 2004, quando Bill Cosby ha abusato di Andrea Constand, un’ex dipendente del team di basket della Temple University. L’attore però, sposato e con 5 figli, ha sempre sostenuto di aver avuto, con la donna che lo accusa, rapporti consensuali. Cosby, 78 anni, dovrà ripresentarsi in Tribunale il prossimo 20 luglio e rispondere alle numerose accuse di abusi: il caso infatti, è stato riaperto a seguito di altre denunce. Ad occuparsi della vicenda è stato il New York Times. Da quel giorno, altre donne, circa una quarantina, hanno accusato la star della tv americana di molestie.

Adele, nuovo video e contratto miliardario con Sony
Ogni disco un successo, ogni sua uscita un trionfo. Parliamo, naturalmente, di Adele, del suo album, ’25’, che, dalla sua pubblicazione, ha già raggiunto le oltre 20 milioni di copie vendute e del nuovo video ‘Send My Love (To Your New Lover)’, primo estratto dal cd. Presentato in pompa magna ai Billboard Music Awards di Las Vegas, Adele mancava alla serata perché impegnata con le date del nuovo tour, il video, ad appena tre giorni dalla pubblicazione su Youtube, ha già raggiunto le oltre 5 milioni di visualizzazioni. Nel video, diretto da Patrick Daughter, la cantante, o meglio la sua voce, è l’unica protagonista. La sua figura, incorniciata da un bel abito a stampa floreale, si sdoppia e poi si triplica in un caledoscopio di colori che ricorda molto le immagini psichedeliche tanto in voga negli anni ’70. Il tour Adele Live 2016 porterà l’artista anche in Italia e precisamente all’Arena di Verona il 28 e il 29 maggio.

Google progetta l’intelligenza artificiale creativa
Una ne pensa, cento ne fa. Google non ce la fa proprio a rimanere con le mani in mano. L’ultima “invenzione” in ordine di tempo è “Magenta”, il progetto legato allo sviluppo di un’intelligenza creativa artificiale che possa simulare e superare quella umana. L’idea è stata presentata al Moogfest – festival di musica e tecnologia – in corso, in questi giorni, a Durham in North Carolina. Durante la manifestazione, Douglas Eck, uno degli ingegneri di Google, ha spiegato alcuni dettagli sul progetto che verrà lanciato ufficialmente a Giugno. Con “Magenta”, l’obiettivo è quello di insegnare alla “macchina” come dipingere o comporre musica. Saranno usati alcuni algoritmi di deep learning affinché i computer possano apprendere dagli umani e generare, in seguito, le proprie opere creative. In particolare, sarà grazie a TensorFlow, la piattaforma di machine learning, che questo sarà fattibile nella pratica. Con il progetto si potrà valutare la capacità della macchina di creare opere d’arte, in modo se non autonomo, almeno semi-indipendente.