tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Strage a Orlando: fuoco in un locale gay
Ancora oscuri i motivi che hanno indotto Omar Mateen a fare irruzione al Pulse, locale arcobaleno di Orlando, ed a sparare senza pietà. Al termine della strage si sono contati 50 morti e 53 feriti. Stando alla Cnn, l’FBI starebbe indagando sui possibili legami con il terrorismo islamico poiché il fucile usato da Omar Mateen è della stessa tipologia usati nella strage di San Bernardino e Newtown negli scorsi mesi. “Solidarietà e commozione del governo italiano per l’atroce strage di Orlando in Florida. Il nostro cuore è con i nostri fratelli americani”, queste le parole del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, su Twitter. Altri commenti arrivano dal social network dell’uccellino blu: “Mi sono svegliata con la devastante notizia della Florida. In attesa di ulteriori informazioni, i miei pensieri vanno alle persone colpite da questo orribile atto”, ha cinguettato Hillary Clinton. Anche Donald Trump esprime, su Twitter, la sua costernazione ed ha aggiunto che la polizia sta indagando sul possibile atto terroristico.

iMessage: Apple sfida le chat di Google
Per rispondere alle due chat “Allo” e “Duo” create da Big G, disponibili anche per i dispositivi iOS, rumors sempre più insistenti affermano che iMessage sarà presente anche sui dispositivi Android. La notizia ufficiale, è attesa per oggi, 13 giugno, a San Francisco, in occasione della conferenza per gli sviluppatori di Cupertino. Ma cosa offre i Message? La chat targata Apple, è dotata in primis di sistema avanzato di crittografia, al pari di WhatsAppe e Telegram, inoltre, gira su diverse piattaforme come iOS5+ e Mac OS X Mountain Lion, e ogni giorno vanta ben 200mila messaggi al secondo. Quella di iMessage comunque, non è l’unica novità della mela morsicata all’evento di San Francisco. Secondo indiscrezioni, infatti, Cupertino presenterà anche una nuova versione di Siri, da usare in casa come una sorta di ‘assistente personale’.

Nuoro. ‘Niente compiti estivi’, parola di sindaco
Quest’anno, gli studenti di Mamoiada avranno gioito di più in occasione della conclusione dell’anno scolastico. A fare loro un enorme ‘regalo’, è stato il sindaco Luciano Barone che, attraverso un’ordinanza, ha consigliato di non svolgere i compiti estivi. Secondo quanto scritto dal quotidiano Nuova Sardegna, che ha riportato il messaggio del primo cittadino, quella di Barone è una vera e propria missione perché: “L’ordinanza mi vincola e alla fine dell’estate verificherò durante alcuni incontri se hanno fatto i compiti. Ho chiesto di fare lunghe passeggiate, di scoprire e assaporare il gusto dell’alba, di ballare, di scrivere e soprattutto di leggere quello che vogliono purché poi ne discutano tra di loro”. Nell’ordinanza del sindaco, pubblicata su Facebook, sono suggerite tutte le attività alternative da svolgere, in quindici punti. A dare l’idea a Barone è stata l’iniziativa di un professore di Fermo, Cesare Catà, che proprio lo scorso anno ha proposto agli studenti dei ‘compiti speciali’

Europei 2016: Buffon è il calciatore più trendy
Il fischio d’inizio dei Campionati Europei di calcio 2016 è stato fatto e il CT degli Azzurri Antonio Conte ha reso nota, da alcuni giorni, la lista ufficiale dei calciatori che debutteranno questa sera contro il Belgio. Ma oltre ad essere dei fuoriclasse del pallone, gli azzurri si contraddistinguono anche in fatto di stile. A questo proposito, Showroomprive.it, uno dei principali player europei nelle vendite private online, ha colto l’occasione per stilare la classifica dei dieci calciatori della Nazionale italiana più apprezzati per il look, interrogando un campione rappresentativo composto da 1.000 rispondenti. Sei giocatori su dieci nella classifica fanno parte della rosa scelta da Antonio Conte e il capitano, Gigi Buffon, che guiderà la squadra nell’impresa, è in testa alla top ten. È lui il preferito dal 20,62% dagli italiani rispondenti al sondaggio. Al secondo gradino del podio, si piazza Mario Balotelli. Al terzo posto, con il 18,68% delle preferenze Claudio Marchisio.

Via Lattea: per l’Italia ormai una sconosciuta
Il 77% degli italiani non conosce la Via Lattea a causa dell’inquinamento luminoso, che non permette di ammirare uno degli spettacoli notturni più belli offerti dallo spazio. Questo è il triste primato emerso dall’ultimo Atlante mondiale dell’inquinamento luminoso, pubblicato sulla rivista Science Advances da un gruppo internazionale di ricerca coordinato dall’Italia, con l’Istituto di Scienza e Tecnologia dell’inquinamento luminoso (Istil). Un risultato tutt’altro che lusinghiero dunque, per il nostro Paese, a cui gli esperti sono giunti analizzando i dati forniti dal satellite Suomi Npp di Nasa e Noaa. Tra i Paesi del G20, la maglia nera per quelli più inquinati a livello luminoso va quindi all’Italia che condivide il primato con la Corea del Sud. A sorridere, sono le regioni dell’Europa occidentale come Scozia, Svezia, Norvegia a cui si aggiungono anche Austria e Spagna. Inoltre, le zone meno inquinate dalla luminescenza del cielo sono il Ciad, la Repubblica centrafricana e il Madagascar.