tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg diregiovani

Nuova edizione del Tg diregiovani

 

Comunali, due donne alle Capitali

Chiusi i ballottaggi, per i partiti è tempo di tirare le somme e analizzare il voto degli italiani. Elezioni comunali segnate però dal forte astensionismo. Ha votato, infatti, in media solo il 50,5 per cento degli aventi diritti. Un dato che segna un calo di ben 9 punti percentuali rispetto al primo turno. Ad urne chiuse gioiscono i 5 Stelle con le vittorie di Virginia Raggi a Roma e Chiara Appendino a Torino. A Napoli trionfa Luigi de Magistris, altro outsider della politica nazionale, mentre Milano premia Giuseppe Sala. Anche Bologna, come nel capoluogo partenopeo, riconfermato il sindaco uscente Virginio Merola. Per i democratici quella di ieri è una “sconfitta senza attenuanti” ma per il premier Matteo Renzi la “vera sfida resta il referendum di ottobre”. Dopo il trionfo alle amministrative i pentastellati di Beppe Grillo si dicono ora pronti alla guida del Paese.

20 giugno, è la giornata dei rifugiati

Si celebra, oggi, lunedì 20 giugno la giornata dei rifugiati e, a tal proposito, i dati resi noti dal rapporto annuale dell’Unhcr, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, non sono di certo dei più confortanti. Più di 65 milioni di persone sono state costrette a lasciare le proprie case nel 2015, un triste record storico causato da guerre e persecuzioni. Dal 2011, anno in cui e’ cominciata la guerra civile in Siria, la cifra e’ andata via via sempre più aumentando: e’ aumentata del 9,7% rispetto al 2014, dopo essersi mantenuta stabile tra il 1996 e il 2011. E’ la prima volta che il totale degli sfollati supera i 60 milioni, una cifra superiore alla popolazione dell’intera Italia. I cinque Paesi che hanno ricevuto più rifugiati sono stati Turchia, Pakistan, Libano, Iran, Etiopía e Giordania . Tra i Paesi di origine, quello che e’ stato più castigato e’ la Siria, con 4,l9 milioni di esiliati, seguito da Afghanistan e Somalia. Il 2015 e’ stato anche l’anno con il record di richieste di asilo nei Paesi industrializzati, 2 milioni di richieste; mentre le richieste in attesa di risposta sono salite a 3,2 milioni.

Mtv Awards: parata di stelle con lite

Serata non proprio da ricordare quella di ieri sera al Parco delle Cascine di Firenze,dove si sono svolti gli Mtv Awards. Oltre alla consueta parata di stelle, durante la quale sono stati premiati gli artisti votati dal pubblico, si è svolto un siparietto poco simpatico tra il frontman dei The Kolors, Stash e il conduttore Francesco Mandelli. Durante l’esibizione sul palco di Mtv, Stash ha prima sputato sulla telecamera poi, terminata l’esecuzione, assieme ai suoi compagni ha abbandonato il palco, nonostante il conduttore Francesco Mandelli li abbia invitati a rimanere per ricevere un premio alla carriera. Un gesto che ha mandato su tutte le furie il ‘non giovane’ che dietro le quinte si è scatenato contro il cantante napoletano. Immediate dopo qualche ora, sono arrivate su Facebook le scuse di Stash ai fan e le sue motivazioni.

Maturità, il racconto degli ex. Panariello: “La creatività salverà il mondo”

“Io tuttora non credo di essere maturo, quindi se mi chiedi qual è stata la mia maturità o se mi hanno tolto il dente del giudizio, non avendolo mai avuto giudizio, non ti saprei dire. La maturità è una cosa che ancora devo raggiungere…”. Così Giorgio Panariello ai microfoni dell’Agenzia Dire per lo speciale “Maturità” curato da Diregiovani. (video)

Change”, il nuovo singolo di Christina Aguilera per le vittime di Orlando

Si chiama “Change” il nuovo singolo di Christina Aguilera ed è dedicato a tutte le vittime della strage di Orlando dove hanno perso la vita 49 persone che si trovavano nel locale Pulse. Nella notte tra l’11 e il 12 giugno, Omar Mateen – questo il nome del killer – è entrato nel locale gay ed ha sparato all’impazzata. “Change” è un brano che arriva dopo tre anni di silenzio e i cui ricavati andranno alla National Compassion Fund. “Voglio essere parte del cambiamento che deve avvenire in questo mondo”, ha spiegato la cantante durante un’intervista radiofonica. “La musica è il più grande guaritore che abbiamo – ha aggiunto – quindi è stato molto importante condividere un messaggio di speranza che ha la sensazione tutti abbiamo bisogno di sentire”.Un brano che parla dunque di speranza, un messaggio a tutti coloro che vogliono impegnarsi – nel proprio piccolo – ad essere protagonisti di un grande cambiamento per rendere migliore il mondo nel quale viviamo.