tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Maturità: ecco le tracce della prima prova
Oggi per oltre 500.000 studenti è partita la prima prova della maturità. Aperto il plico con le tracce, i ragazzi si sono trovati a scegliere i diversi temi: un brano di Umberto Eco tratto dalla raccolta di saggi “Sulla Letteratura” per l’analisi del testo, il rapporto padre-figlio nelle arti e nella letteratura del novecento; Crescita, sviluppo e progresso sociale è il pil misura di tutto?; Il valore del paesaggio: sono gli argomenti per la tipologia saggio breve o articolo di giornale. Per il tema storico l’argomento sono i 70 anni dal primo voto delle donne. Il tema di attualità invece è dedicato ai confini e alle frontiere. Il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, ha dato in diretta a ‘Unomattina’, su Raiuno, il codice numerico per sbloccare i plichi delle tracce. Le commissioni coinvolte quest’anno sono 12.554 ed esamineranno 24.991 classi. Secondo le prime rilevazioni del Miur, il tasso di ammissione all’Esame è del 96%.

Michael Jackson, tornano a galla le accuse di pedofilia
È stato rilasciato negli scorsi giorni il rapporto della polizia di Santa Monica sulle perquisizioni fatte nel 2003 a nel castello-ranch in cui risiedeva abitualmente Michael Jackson, “Neverland”. Neverland, quello che doveva essere la terrestre “isola che non c’è”, si è rivelato, come riporta il Daily Mail, un luogo di violenze e torture. Sono stati trovate in bagno e in camera da letto almeno sette raccolte di foto pedopornografiche, scene di nudità sia di adolescenti che di adulti, ed immagini di donne in posizioni sadomaso. Sono state rinvenute anche numerose droghe. L’accusa di pedofilia aleggiava da tempo sull’immagine del re del pop, fin dal 2003, quando un bambino di 13 anni accusò la star di averlo molestato più volte, accuse cadute dopo un pagamento di 22 milioni di dollari alla famiglia. Jacko oggi è morto e non si potrà difendere dalle accuse, ma ora rischia di perdere l’immortalità che si era guadagnato con le sue canzoni.

Pizzaioli non si nasce, si diventa. Proposto l’albo professionale
La pizza, un patrimonio italiano da proteggere e custodire con cura anche attraverso la giusta formazione degli operatori del settore. Approda così in Senato – alla 10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) – la proposta di legge per l’istituzione dell’Albo professionale dei pizzaioli. Una proposta che porta, in calce, la firma del senatore Bartolomeo Amidei. Il mondo della pizzeria, in Italia, rappresenta circa il 50 per cento del fatturato della ristorazione tradizionale. Ogni esercizio produce in media ottanta pizze al giorno, 4 milioni sono consumate quotidianamente in Italia ma vi è l’insoddisfazione per la situazione in essere e la volontà di conseguire il riconoscimento ufficiale della qualifica di pizzaiolo quale attività professionale prevista dall’ordinamento nazionale. Qualifica che attualmente non esiste. La proposta arriva, così,  per sanare il vuoto legislativo creatosi nel corso degli anni, prevedendo da un lato il riconoscimento della qualifica di pizzaiolo e dall’altro istituendo un apposito albo nazionale dei pizzaioli professionisti.

Bella Hadid: “Ho la malattia di Lyme come mia madre”
Bella Hadid ha la malattia di Lyme. La brutta notizia arriva dalla stessa modella che, su Instagram, si è aperta ai fan in una lunga lettera dedicata alla madre Yolanda, dal 2012 affetta della stessa malattia. La malattia di Lyme è una patologia di origine batterica diffusa dalle zecche, facilmente contraibile nelle zone boscose, l’habitat ideale per questi piccoli parassiti. Una patologia invisibile che si manifesta inizialmente con un piccolo eritema sulla pelle, quindi può essere non facile individuare la Lyme. I primi sintomi, a volte, vengono confusi con la semplice influenza. Non presa in tempo, la Lyme, può portare al deterioramento fisico con complicanze muscolari, ossee, neurologiche e cardiache. “Combatto contro la Lyme da due anni. – ha scritto Bella – Mi ha debilitato molto, impedendomi di andare a cavallo, a scuola e a lavoro. Tutte cose di cui sono fortemente appassionata”. A chi ne soffre come lei ha scritto: “Non siete soli!”

Maturità, il racconto degli ex. Ambra Angiolini: “Complicata, ero una bambina prodigio”
“La mia maturità la ricordo bene, anche perché ero una bambina ‘prodigio’… Che orrore! Per me è stato molto difficile, perché da una parte attorno a me c’era molto clamore e dall’altra invece ero sempre sola, con gli insegnanti privati. E questa non è una cosa molto semplice da capire”. È questa la maturità di Ambra Angiolini.