tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Vince il ‘Leave’, la Gran Bretagna saluta l’Unione Europea
Il fronte del ‘Leave’ ha vinto: la Gran Bretagna, saluterà l’Unione Europea. Le grandi città non sono bastate a frenare l’ondata antieuropeista passata con il 52% dei voti. Ed è già terremoto politico: se da una parte c’è chi esulta per il traguardo raggiunto come il leader inglese del Partito indipendentista Nigel Farage, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, la leader del Front National Marine Le Pen e Geert Wilders, leader degli euroscettici olandesi, dall’altra, c’è chi si dichiara fortemente deluso e preoccupato per la scelta degli inglesi: tra questi Martin Schulz , presidente del parlamento europeo, Donald Tusk presidente del Consiglio Ue e il leader del Ppe all’Europarlamento, il tedesco Manfred Weber. Al momento, l’obiettivo più urgente è quello di tutelare i mercati soprattutto dopo il crollo delle borse asiatiche, le prime ad essere colpite dalla Brexit. Per questo oggi è previsto a Lussemburgo un Consiglio dei segretari di Stato per gli Affari europei che preparerà il vertice Ue del 28 e 29 giugno.

L’arte segreta di Kurt Cobain
Rumors in rete, raccontano di una mostra dedicata all’icona del grunge Kurt Cobain. Pare che il musicista di Seattle fosse autore di quadri e disegni che nessuno ha mai visto prima e di cui solo oggi si inizia a parlare. A darne notizia è il discografico Jeff Jampol, che con la sua Jampol Artist Management si occuperebbe della gestione di beni di star passate a miglior vita, oltre a Cobain, artisti del calibro di Janis Joplin e Otis Redding apparterrebbero alla sua scuderia. Sarà una mostra itinerante curata con la preziosa collaborazione della moglie di Kurt, Courtney Love, e della loro figlia Frances Bean; le due sono molto attente agli affari di famiglia e già lo scorso anno avevano partecipato alla realizzazione del film biografico Montage Of Heck. Lo scopo, fa sapere Jampol, è tenere viva la memoria di un artista che ha fatto la storia e permettere a tutti di conoscerlo più da vicino.

Prince, Judith Hill racconta i momenti del malore in aereo
“I suoi occhi si sono immobilizzati, poi si è come addormentato”, è il terrificante racconto di Judith Hill, la cantante preferita di Prince, che racconta i momenti di panico a bordo dell’aereo su cui la star aveva avuto forti malori. “Lo guardavo in faccia e mi sono accorta di un cambiamento nei suoi atteggiamenti. Ero terrorizzata, ma sono riuscita ad intervenire prontamente”. La Hill ha subito avvertito i piloti che hanno provveduto ad effettuare un atterraggio d’emergenza: in questo modo è stato possibile iniettare alla rockstar di Minneapolis una dose di Narcan, un farmaco salvavita in caso si assumano oppiacei. La cantante ha dichiarato che Prince non aveva lamentato nessun sintomo e che voleva addirittura guardare un film. Prince è venuto a mancare il 21 aprile scorso a causa di un’overdose da oppiacei.

No alla seconda stagione di Vinyl
HBO, la nota casa di produzione americana, ha annullato la seconda stagione di Vinyl, la serie tutta sesso, droga e rock ‘n’ roll ideata da Mick Jagger. Lanciata solo lo scorso 14 febbraio, sembrava che le premesse per diventare un must pari a Game of Thrones ci fossero tutte. Il pilot diretto da Martin Scorsese ha avuto ascolti da capogiro e il pubblico ha dimostrato da subito grande accoglienza. Il mondo della discografia, l’ambientazione anni Settanta, la scenografia e i costumi perfetti hanno suscitato grande entusiasmo, ma evidentemente la sceneggiatura dedicata al rock e al punk della New York anni Settanta è roba per pochi. E allora la HBO, che inizialmente aveva firmato per una stagione numero due, ha fatto retromarcia, l’investimento (parliamo di milioni di dollari) non ha portato i ricavi sperati. La decisione è comunque arrivata dopo aver tentato, in corsa, di aggiustare il tiro, cambiando squadre e autori. Gli ascolti in calo e le critiche in aumento hanno portato alla decisione finale.

Twitter, i video si allungano a 140 secondi
Twitter continua a rinnovarsi e lo fa puntando sui video. Il social network di Jack Dorsey, ha ben compreso le potenzialità di questo strumento e da oggi, dà ai suoi utenti la possibilità di postare video lunghi 140 secondi, contro i 30 usuali. Ormai è risaputo, da qualche mese non è decisamente un bel momento per Twitter. Diventa, quindi, quasi un obbligo innovarsi e rinnovarsi. Ne sono la prova l’inserimento dei video a 360 gradi o l’eliminazione dei link e delle foto dal conteggio dei 140 caratteri. Un trend che ha colto gli utenti ben preparati. Secondo le ultime statistiche, quest’ultimi hanno aumentato del 50% i tweet contenenti video. I nuovi 140 secondi sono, quindi, una manna dal cielo per gli appassionati del social network. Per un gruppo di editori selezionati, il limite per i video rimane a 10 minuti, il tempo necessario per pubblicare messaggi pubblicitari da sponsorizzare attraverso la piattaforma. La novità riguarderà anche Vine, di proprietà di Twitter, e permetterà agli utenti di sbizzarrirsi con la creatività. Video più lunghi ma anche a schermo intero.