tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

I primi 12 mesi de #Labuonascuola
Un Piano Nazionale da 1 miliardo per la Scuola Digitale, con 350 milioni già stanziati nei primi 6 mesi dal lancio. Fondi aggiuntivi e nuovi strumenti e interventi per migliorare la qualità dell’edilizia scolastica. Risorse raddoppiate per il funzionamento delle scuole. Novantamila insegnanti assunti nel 2015, il numero più elevato degli ultimi 20 anni. Un concorso da 63.712 posti bandito nel 2016. Sono alcuni dei risultati raggiunti nei primi 12 mesi di attuazione della legge “Buona Scuola” approvata il 9 luglio 2015 e poi entrata in vigore il 16 luglio, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. “Dopo una consultazione partecipata e un ampio dibattito parlamentare, la Buona Scuola sta finalmente diventando realtà”, dichiara il Ministro Stefania Giannini. “Stiamo dando attuazione ad una legge che interpreta una precisa scelta e una priorità del Governo: scommettere sull’istruzione come asse strategico dello sviluppo e della crescita del Paese”.

Tensione USA, nuova vittima afroamericana a Houston
Torna altissima la tensione negli Stati Uniti. Un altro afroamericano armato è stato, infatti, ucciso nella notte da due poliziotti a Houston, in Texas. La nuova vittima arriva a poche ore dalla strage dei 5 agenti nella vicina Dallas durante un corteo contro il razzismo e l’uccisione, nei giorni scorsi, di altri due neri, Alton Sterling in Louisiana e Philando Castile in Minnesota. In questo clima incandescente e’ intervenuto ancora una volta Barack Obama che ha esortato gli americani a restare uniti, non permettendo che “le azioni di pochi possano definire tutti noi”. “Credo fermamente – ha spiegato ancora il Presidente, che l’America non sia divisa, come qualcuno dice”. “Anche se questa settimana e’ stata molto dolorosa, penso che l’America non sia cosi’ divisa come alcuni suggeriscono”, ha sottolineato ancora Obama. “C’e’ dispiacere, ira e confusione, pero’ c’e’ unità nel riconoscere che questo non e’ quello che vogliamo essere come americani, e questa rappresenta la base per poter andare avanti in modo costruttivo”, ha infine concluso.

Portogallo in paradiso, sua la coppa
Si ferma sul più bello l’avventura della Francia degli enfants terribile transalpini, nel proprio stadio, davanti al proprio pubblico e sotto lo sguardo materno e rassicurante di una Torre Eiffel, che altro non aspettava che illuminarsi di blu, bianco e rosso. Così non va: la coppa e il titolo continentale se lo portano a casa Ronaldo e compagni, e li esibiranno a Lisbona, in quella splendida Praça dos Restauradores che ieri sera ha riempito ogni suo metro quadrato unendo passione e speranza dei centomila li assiepati. Doveva essere la gara dei talenti, è stata la gara degli assenti: forzato, Cristiano Ronaldo, abbattuto al 25’ da un’entrata scriteriata di Payet; ingiustificato, Antoine Greizmann, capace solo di farsi ipnotizzare da quel Rui Patricio che ha tenuto a galla i lusitani proprio quando sembravano affondare. Vince dunque soffrendo, il Portogallo, campione per la prima volta nella sua storia: cancellati i fantasmi del greco Charisteas, killer dei rossoverdi nella finale di Lisbona 2004, quando i lusitani, in casa, persero contro la Grecia dei miracoli targata Rehaghel.

Adolescente californiano cita in giudizio Snapchat per troppa pornografia
Snapchat citata in giudizio da un ragazzino statunitense di 14 anni, rischia ora una class-action. E’ questa una notizia, riportata dal sito Tmz, che rischia di aprire un precedente nel connubio sempre più forte tra pornografia e rete Internete. Secondo l’adolescente californiano la funzione ‘Scopri’ della popolare chat espone quotidianamente i minori a contenuti di natura sessuale e così la piattaforma viene accusata di violazione del Communications Decency Act, una legge che risale al 1996 e regola il porno sul web. A dir la verità non è la prima volta che Snapchat è stato collegato a immagini esplicite: l’app, per la sua possibilità di auto-cancellare il contenuto, è spesso stata usata dai giovani utenti per il sexting, cioè l’invio di materiale di contenuto a luci rosse. Ma questa volta al centro della causa ci sarebbero diversi contenuti, tra cui le immagini della testata BuzzFeed che mostrano personaggi di Disney in pose hot molto, molto esplicite.

Grande Fratello Vip: Stefano Bettarini primo concorrente
È Stefano Bettarini il primo concorrente del Grande Fratello vip. A rivelarlo è il settimanale Oggi, secondo cui la firma sarebbe arrivata ieri. L’ex calciatore prepara, così, il suo ritorno in televisione nella prima edizione italiana del reality. Un ritorno tanto atteso e desiderato per Bettarini che avrebbe, in realtà, voluto partecipare all’Isola dei Famosi. Avrebbe perché escluso su divieto di Simona Ventura. Cominciano a circolare nomi su nomi dei papabili concorrenti. Voci sempre più insistenti davano Alba Parietti in pole position per un posto nella casa più famosa di sempre. La soubrette, però, non ci sta ad essere accostata al reality e così ha già provveduto a dire la sua. Unica certezza in questo marasma di voci è la conduttrice. Sarà Ilary Blasi a guidare i vip nel loro percorso all’interno della casa. A confermarlo è stata la stessa Canale 5.