tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Attentato Nizza. Prorogata l’emergenza, richiamati i riservisti
Proroga dello stato di emergenza e richiamo dei riservisti dell’esercito a sostegno alle operazioni anti-terrorismo della polizia: sono le prime misure annunciate dal presidente Francois Hollande dopo l’attentato di ieri sera a Nizza. Secondo le ricostruzioni rilanciate dalle edizioni online dei quotidiani francesi, a causare la strage attorno alle 23 di ieri sera è stato un camion bianco lanciato sulla folla a circa 80 chilometri orari. Le forze di polizia, dopo aver ucciso l’autista del mezzo, avrebbero trovato a bordo una carta di identità di un cittadino francese di origini tunisine. Immediate nel mondo le reazioni di condanna dell’attentato. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha parlato di un’azione “barbara e vile”. “Solidarietà e vicinanza alla Francia affinché risponda e si riprenda da questo attacco” è stata espressa dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Netta anche la reazione del Consiglio francese del culto musulmano (Cfcm): “Un attentato odioso e abietto che colpisce il nostro Paese nel giorno della Festa nazionale che celebra i valori di libertà, eguaglianza e fraternità”.

Giubileo dell’Educazione: il via da Roma
‘Educazione alla legalità e ai diritti umani’: è il tema principale delle celebrazioni ufficiali del Giubileo dell’Educazione che sono partite ieri a Roma per concludersi lunedì prossimo a Foggia. Una serie di appuntamenti e iniziative, istituzionali, culturali e didattiche, con lo scopo di educare giovani, studenti e cittadini al tema della trasparenza, della solidarietà sociale e, appunto, della legalità. All’interno dell’evento, organizzato in collaborazione con l’Istituto europeo Pegaso, Link campus, e l’associazione Genere femminile, anche ‘Le olimpiadi della solidarietà’, che andranno in scena sabato a Mondo fitness a Roma, e il pranzo per i poveri e i disagiati a Ferentino, in provincia di Frosinone, in programma domenica, dove è prevista la presenza di padre Aniello Manganiello noto parroco antimafia di Scampia. Per concludere, sempre domenica, alle 11.30 all’università degli studi di Foggia ci saranno la presentazione dei ’10 principi dell’Onu’ e la premiazione dei docenti dell’ateneo che hanno ottenuto la nomina di membri onorari del Giubileo dell’Educazione.

Bono, Rihanna e Beyoncé si schierano contro il razzismo, appello a Obama
Cosa vuol dire essere oggi un nero negli Stati Uniti? Cosa si prova a sentirsi costantemente in pericolo e sotto ‘sorveglianza’? Domande alle quali provano a rispondere 23 star della musica internazionale in uno speciale video pubblicato sul web. Un’iniziativa che arriva dopo i drammatici avvenimenti di Houston e Dallas e che si rivolge direttamente al presidente Barack Obama e al Congresso. “23 modi in cui potresti essere ucciso se sei nero in America”. È questa la frase scioccante che apre il video promosso dal movimento “We are here” e pubblicato sul sito Mic.com. 23 le storie raccontate di altrettante vittime del razzismo e dell’odio cieco. 23 vite che non ci sono più narrate da personaggi noti della musica e dello spettacolo. Tra questi Alicia Keys, Beyoncé, Rihanna e Bono. La loro non una rivendicazione o un messaggio di ribellione ma, la semplice richiesta di garantire a tutti eguali diritti. Sembra assurdo che un tale appello riecheggi nella quotidianità degli Stati Uniti ma la realtà, purtroppo, racconta storie ben diverse.

Warner Bros e le recensioni web truccate. È scandalo
Warner Bros nella bufera per aver pagato YouTuber influenti. L’accusa arriva dalla Federal Trade Commition, ovvero la Commissione federale per il commercio degli Stati Uniti, agenzia che si occupa di tutelare i diritti del consumatore. Grazie ai pagamenti ‘sottobanco’, la Warner si sarebbe procacciata, da noti YouTuber e potenti influencer, ottime recensioni e inviti agli acquisti per i suoi videogiochi. La Federal Trade Commition, in particolare, si è occupata del lancio del game Middle Earth: Shadow of Mordor. Per il videogioco, ispirato alla saga del Signore degli Anelli, in italiano L’Ombra di Mordor, la Warner si sarebbe assicurata ottime recensioni e segnalazioni da ‘influencer’ con diversi milioni di followers. Un’operazione di marketing occulta pagata anche mille dollari a recensione. Tra gli Youtuber più famosi, pagati dalla Warner, anche il notissimo PewDiePie. Il suo commento, positivo naturalmente, all’Ombra di Mordor è stato visto da oltre tre milioni di appassionati.

La Valle dei Templi arriva su Google: l’archeologia a portata di click
Big G mette a segno un altro colpo grazie alla collaborazione tra Google Street View e Google Cultural Institute. Così, con pochi semplici click, gli utenti potranno viaggiare nei 1300 ettari del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, patrimonio dell’UNESCO dal 1997, e scoprire le meraviglie dell’antica città di Akragas. Sulla piattaforma del Google Cultural Institute, sono disponibili ben 11 mostre digitali, in italiano e in inglese, con oltre 1.000 immagini. Si potrà passeggiare tra le campagne di mandorli, aranci e fiori che incorniciano l’intera area e attraversare la via sacra accanto al maestoso Tempio della Concordia. Grazie a Google Cardboard, il visore per realtà virtuale, e all’app del Cultural Institute per iOS ed Android, sarà possibile osservare la Valle dei Templi anche dal proprio smartphone e nella modalità ‘realtà virtuale’.