tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Solar Impulse: traguardo raggiunto
Solar Impulse 2 ce l’ha fatta. L’aereo che vola grazie unicamente all’energia solare, ha completato il giro del mondo ed è il primo aereo a compiere la storica impresa. L’apparecchio è atterrato ad Abu Dhabi alle 6 ora italiana, la stessa città da cui era partito il 9 marzo 2015. A guidare Solar Impulse nel tratto finale, è stato l’esploratore e medico svizzero, Bertrand Piccard, 58 anni, figlio e nipote di una famiglia di scienziati ed esplortori. Ad attendere Piccard sulla pista dell’Al-Batten nella capitale degli Emirati arabi uniti c’erano André Borschberg, il secondo pilota di Solar Impulse 2 e il Principe Alberto di Monaco. Profonda ammirazione anche da Ban Ki-moon, segretario generale dell’Onu: “È un giorno storico, non soltanto per voi ma per l’umanità” ha dichiarato. Il Solar Impulse 2 ha scritto un capitolo importantissimo dell’aviazione. Anche perché Piccard è il primo pilota che abbia mai fatto la traversata dell’Atlantico con un velivolo a energia solare e Borshberg è diventato il primatista del volo in solitaria con la tappa sul Pacifico di 8.924 chilometri in poco meno di cinque giorni e cinque notti.

U-earth, a Torino la prima “zona d’aria pura” urbana
Arriva a Torino Pure Air Zone, la prima sperimentazione avviata dal Torino Living Lab per creare la prima “zona d’aria pura” in città. Il progetto, ideato da U-earth prevede la creazione di una zona d’aria pura urbana nel ‘Giardino Dispersi sul fronte Russo’ : uno spazio pubblico, aperto a tutti, rivoluzionato da un sistema totalmente biologico potente e innovativo, capace di migliorare concretamente la vita a molti e mostrarci come gli spazi comuni potrebbero e dovrebbero essere. U-earth, azienda biotech con base europea dedicata alla purificazione dell’aria, ha sviluppato una biotecnologia completamente naturale che riproduce in forma miniaturizzata cio’ che il pianeta normalmente fa per ripulirsi dagli agenti inquinanti. I contaminanti sono attratti dai depuratori AIRcel per carica elettrica molecolare e vengono catturati e distrutti da microrganismi che si nutrono di inquinamento senza produrre scorie dannose.

Annabelle 2, il ritorno della bambola malefica
Torna in vita la bambola demoniaca più famosa del cinema. Sono da poco iniziate a Los Angeles le riprese di Annabelle 2, sotto la guida del regista di “Lights Out” David F. Sandberg. Sequel dello spin-off del 2014 di The Conjuring, il film ha ancora una volta per protagonista l’omonima bambola che ha terrorizzato tutto il mondo. Ispirata al vero caso “paranormale” risolto dai coniugi Ed e Lorrain Warren, la storia di Annabelle 2 ptrebbe essere legata ad un altro personaggio del mondo horror del franchise. In The Conjuring 2 è stata introdotta “La suora”, un’inquietante presenza demoniaca apparsa per brevi momenti, diventata un fenomeno virale. La suora demoniaca ha avuto lo stesso trattamento di Annabelle: il personaggio avrà infatti un suo spin-off dal titolo The Nun. Annabelle 2 potrebbe essere proprio il trampolino di lancio per lo spin-off. Tra i protagonisti del sequel, infatti, c’è proprio una suora, anche se non è stato chiarito quale sarà il suo ruolo.

Continua la lotta di Assalti Frontali con “SPIAGGIA LIBERA”
È uscito da poche ore il nuovo singolo estivo di Assalti Frontali, accompagnato dal videoclip di Daniele Martinis girato con la collaborazione di Inoki Ness e dei ragazzi dei Social Days di Ostia tra Castel Porziano e Ostia. “SPIAGGIA LIBERA” è una canzone d’amore scritta per le spiagge italiane, da Capo Rizzuto a Torre Dell’Orso, da Camerota a Orbetello, Ostia e il Poetto: spiagge pubbliche, di una bellezza inestimabile, che vengono vendute a canoni irrisori a privati che spesso ne alternano la natura e conducono operazioni illegali. Il tema è particolarmente sentito sul litorale romano che soffre in questa stagione per la chiusura di spazi pubblici importantissimi per la collettività della capitale. Il singolo anticipa il nuovo disco di 13 inediti di ASSALTI FRONTALI, in uscita in autunno.

Prisma e il selfie diventa opera d’arte
Stop ai selfie piatti e banali, arriva Prisma. È questa la nuova app e la nuova moda dell’estate, trasformare selfie e foto in veri e propri capolavori ‘pittorici’. Dopo aver spopolato su iOS, Prisma arriva, finalmente, su Android. L’app è scaricabile direttamente dal PlayStore di Google. La prima buona notizia inerente Prisma è la sua gratuità. Impossibile da non citare, poi, la sua facilità di utilizzo. Basta scattare una foto o un selfie e poi scegliere l’effetto che più piace o che meglio si sposa con il soggetto ‘immortalato’. L’app è fornita di decine di effetti speciali che si rifanno agli stili pittorici di grandi nomi, da Picasso a Munch a Van Gogh. La potenza dell’app fotografica si deve ad un potente algoritmo combinato all’intelligenza artificiale. Il filtro scelto per modificare la foto, infatti, viene applicato solo dopo che Prisma ha ‘letto’ la foto e ne ha studiato i dettagli. Il filtro consigliato è quello che garantisce il miglior risultato grafico.