tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Patrimonio mondiale della scuola, l’Unesco entra in classe
Divulgare la conoscenza del patrimonio italiano Unesco e promuovere la consapevolezza del suo autentico valore e significato presso i cittadini più giovani. E’ questo lo scopo di ‘Patrimonio mondiale nella scuola’, iniziativa, in collaborazione con Mibact e Miur, che verrà presentata alla stampa domani 6 settembre a Roma presso il ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Finanziato grazie ai fondi della Legge 77/2006, promosso e curato dall’Associazione Beni italiani Patrimonio mondiale Unesco, questo progetto sarà il volano per la presentazione dei principi dell’Unesco nelle scuole, affinché’ gli studenti di oggi, cittadini di domani, possano imparare ad apprezzare la ricchezza e l’importanza del patrimonio italiano, acquisirne il senso, l’orgoglio e la consapevolezza di dovere diventare artefici della sua tutela e promozione. Tutte le attività inserite nel progetto sono reperibili sul sito www.patrimonionellascuola.it.

Scuola. Juvenes Translatores, al via il concorso annuale di traduzione
La Commissione europea chiama, gli studenti rispondono. Fino al 20 ottobre le scuole superiori potranno iscriversi al concorso annuale di traduzione Juvenes Translatores compilando il modulo online disponibile sul sito del concorso. La prova di traduzione si svolgerà il 26 novembre in contemporanea in tutte le scuole partecipanti. Saranno ammesse al concorso 751 scuole di tutti i paesi dell’UE (73 per l’Italia), ciascuna delle quali potrà iscrivere da 2 a 5 alunni nati nel 1999. Gli alunni tradurranno un testo da una lingua a loro scelta tra le 24 lingue ufficiali della UE verso una delle 23 rimanenti lingue ufficiali per un totale di ben 552 combinazioni linguistiche possibili. Per l’edizione di quest’anno i testi da tradurre avranno come tema lingue e traduzione. I traduttori della Commissione europea correggeranno i testi e sceglieranno la traduzione migliore per ciascuno Stato membro. I vincitori saranno invitati a Bruxelles per partecipare alla cerimonia di premiazione, che avrà luogo nella primavera del 2017.

Freddie Mercury, 70 anni fa nasceva la stella del rock
Morto nel novembre 1991 per una grave broncopolmonite causata dall’Aids, oggi 5 settembre, Freddy Mercury avrebbe compiuto 70 anni. Lo storico frontman dei Queen è entrato nella storia del pop rock per la sua straordinaria voce e la presenza scenica. A 25 anni dalla sua scomparsa, Mercury rimane ancora un’icona molto amata. Nel 2008 Rolling Stone lo mise al 18esimo posto nella classifica dei migliori cento cantanti di tutti i tempi. Nato a Zanzibar il 5 settembre del 1946, Mercury, è sicuramente uno dei personaggi più amati e ricordati del mondo della musica. Innovatore, sognatore e indiscusso genio musicale, a lui si devono brani immortali, come Bohemian Rapsody, Somebody to Love o We Are The Champions. La sua stravaganza non ha mai offuscato la sua grande capacità artistica, ma al contrario, è stato uno dei pochi a saper indossare l’abito dell’eccentricità con grande consapevolezza, stile e disinvoltura.

Ricerca italiana, in calo il numero di animali utilizzati come cavie
Buone notizie per il mondo animale arrivano dal Ministero della Salute, attraverso la Banca Dati Nazionale per la Sperimentazione Animale. Cala, in Italia, il numero delle specie utilizzate come cavie nelle ricerche scientifiche. Per la precisione, sono 30.000 in meno, gli animali utilizzati negli ultimi due anni. I nuovi dati, infatti, fanno registrare, per la prima volta dal 2014, un numero totale al di sotto delle 700mila unità. Una cifra che fa ben sperare per il futuro della ricerca nostrana. Secondo le statistiche del Ministero, ad essere utilizzati sono stati circa 485.000 topi, 130.000 ratti, 28.000 polli, 18,000 pesci, 17.000 porcellini d’india, 7,000 conigli e circa 450 macachi. Nel mondo, invece, nonostante il ricorso agli animali sia l’ultima via di sperimentazione, attuabile solo se non sono disponibili metodi alternativi, il numero di animali trattati con procedure definite “gravi” è ancora molto alto. Sono, infatti, più di 21.000 le sperimentazioni effettuate senza anestesia o con stimolazione elettrica.

Iphone 7, Apple svela la data di uscita ufficiale del nuovo melafonino
“Ci vediamo il 7”. Con questo semplice messaggio Apple ha svelato la data di uscita ufficiale del suo nuovo melafonino. Una data scelta non a caso, dato che è l’iphone numero 7 ad essere presentato. In quel giorno tutti i dubbi che si sono formati in questi ultimi mesi saranno chiariti. L’appuntamento è sul palco del Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco alle 10 locali (le 19 in Italia).  Cresce, così, la fibrillazione tra fan e addetti del settore che non vedono l’ora di conoscere il loro nuovo concorrente. Sullo stesso appuntamento, settimane fa, si erano succeduti rumors su rumors. Alcuni pensavano che l’evento ufficiale sarebbe stato dedicato alla presentazione della versione 6 SE. Una notizia che, alla fine, si è rivelata del tutto inattendibile. Tra i prodotti che, invece, potrebbero essere presentati insieme all’Iphone 7 c’è l’Apple Watch 2 e una nuova versione di IOS 10 con più funzionalità. Ma si tratta solo di supposizioni che troveranno conferma il 7 settembre.