tg - diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Università. Il MIT al primo posto della classifica mondiale
Il Massachussett Institute of Technology MIT domina la tredicesima edizione del QS World University Rankings riconfermandosi la migliore Università al mondo per il quinto anno consecutivo. L’Università di Stanford guadagna il secondo posto mentre Harvard scende al terzo e l’Università di Cambrige al quarto. Quest’anno sono state analizzate oltre 3.800 Università e tra queste, 916 sono state incluse nella classifica. Per identificare gli atenei globalmente competitivi, sono stati considerati sei criteri utili a valutare aspetti dell’attivà universitaria importanti per gli studenti di tutto il mondo: la quantità di risorse impiegate per l’insegnamento, qualità della ricerca prodotta, l’occupabilità dei laureati, e l’internazionalità. l Politecnico di Milano (183esimo) si riconferma il numero uno in Italia per il secondo anno consecutivo, guadagnando quattro posizioni. Un risultato in controtendenza, rispetto alla maggior parte delle altre 26 Università italiane – che ad eccezione del Politecnico di Torino e dell’Università di Modena e Reggio Emilia o perdono terreno o restano nel gruppo 700.

Rosetta ritrova il lander Philae dopo 14 mesi
Colpo di scena nello spazio. Quando ormai tutte le speranze sembravano perdute, la sonda Rosetta ha ritrovato Philae: il lander, atterrato sulla superficie della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko lo scorso 2 novembre 2014, e che da diverso tempo non dava più segnali di vita. L’apparecchio è stato ritrovato incastrato in una crepa e molto probabilmente non aveva più energia. Gli ultimi segnali di Philae risalivano esattamente allo scorso mese di luglio 2015, e finalmente a meno di un mese dalla conclusione della missione dell’Agenzia spaziale europea, la camera di alta risoluzione della sonda Rosetta Osiris, pare sia riuscita a catturare l’immagine di Philae. Le immagini del ritrovamento sono state scattate il 2 settembre mentre l’orbiter passava a meno di 2.7 km dalla superficie e mostrano chiaramente il corpo del lander, e due dei suoi tre piedi.

Angela Lansbury nel cast della settima stagione di Game of Thrones. L’indiscrezione di Bild
Angela Lansbury potrebbe approdare nel cast della settima stagione di Game of Thrones. Non si tratta di una bufala come tutti hanno pensato ma un’indiscrezione di Bild. Secondo il quotidiano tedesco la signora in giallo, infatti, sarebbe in trattativa con Hbo per partecipare alla famosa serie tv. Se l’esito fosse positivo, l’attrice, 90 anni e un premio Oscar alla carriera nel 2014, apparirebbe come guest star in due dei sette nuovi episodi in onda la prossima estate. E mentre la rete si scatena con fotomontaggi e tweet ironici, nessuna conferma ufficiale è ancora arrivata dalla Lansbury o dal noto canale americano. L’unica confessione che è arrivata nei giorni scorsi è anzi proprio sul ruolo che ha reso celebre l’attrice. A Bbc Radio 2 la Lansbury ha rivelato: “Ho interpretato Jessica Fletcher solo per soldi, non per la serie in sé. Non potevo farli con il teatro così ho preso una decisione”.

La musica che fa bene: IL CORO DI PIAZZA VITTORIO
È un esempio virtuoso quello del Coro di Piazza Vittorio a Roma. Giuseppe Puopolo, pianista e direttore d’orchestra, ha dato vita a un laboratorio di canto aperto a tutti. Non c’è limite di età né è richiesta alcuna istruzione musicale, l’obiettivo è condividere e divertirsi, imparare ad ascoltare e ad interagire con la voce degli altri perché, come dice il direttore, “Il coro è una vera e propria palestra sociale”. Il laboratorio regala inoltre la grandissima opportunità di potersi avvicinare ed appassionare ai generi musicali più disparati, il repertorio spazia dai canti gospel ai capolavori della musica classica corale, dagli evergreen dei Beatles alle composizioni di Mozart. L’attività è senza scopo di lucro, chi può versa una piccola quota mensile, chi non ne ha le possibilità può partecipare gratuitamente; non è un caso che l’Assessorato ai Servizi Sociali del I Municipio collabori attivamente con il Coro dell’Esquilino.

Al via il Napoli Pizza Village 2016
A partire dalle 18.00 di oggi fino all’11 settembre, si alza il sipario sul ‘Napoli Pizza Village’, uno spazio di 1300 metri con 23.500 posti a sedere, dove lavoreranno tutti i maestri pizzaioli di più di 50 locali storici della città. All’evento si prevedono più di 600 mila persone, un numero enorme considerando che questa è solo la VI edizione del festival. E non mancheranno gli ospiti famosi: sul palco saliranno Alessandro Aleotti, conosciuto come J-Ax, Teo Teocoli, Ron, e poi Gigi e Ross di Made in Sud e tanti altri; fino all’11 settembre il Lungomare Caracciolo si trasformerà in un tripudio di colori e odori, un modo semplice e creativo per diffondere e far conoscere ancora meglio a tutti, cittadini e turisti, uno dei piatti forse più simbolici del nostro paese. Nel corso dell’iniziativa spazio anche alla solidarietà: per ogni menù solidale, tre euro verranno devoluti agli abitanti di Amatrice e dei paesi vicini colpiti dal terremoto.