tg - diregiovani

Tg Diregiovani – Edizione del 24 maggio 2017

Nuova edizione del Tg Diregiovani

Nave della legalità, gli studenti italiani ricordano Falcone e Borsellino
La mafia al nord e’ realta’, basta omerta”. E’ lo striscione esposto sul ponte della Nave della Legalità che ieri con mille studenti è sbarcata a Palermo per la commemorazione del 25esimo anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio, ‘Palermo chiama Italia’.Una folla festante ha accolto le gigantografie dei giudici, Giovanni Falcone a Paolo Borsellino srotolate sulla poppa della nave. Su un palco, allestito sul molo del porto del capoluogo siciliano, il presidente del Senato Pietro Grasso, il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, Maria Falcone, sorella di Giovanni, e Giuseppe Costanza, autista di Falcone e sopravvissuto all’attentato di Capaci, hanno cantato l’inno di Mameli e salutato i ragazzi che poco dopo si sono diretti nell’aula bunker del carcere Ucciardone dove hanno preso il via le commemorazioni per il 25esimo anniversario della strage di Capaci e via D’Amelio.

Miur e Ocse insieme per parlare di sicurezza ed edilizia scolastica
Edilizia, sicurezza e innovazione degli ambienti scolastici. Questo il tema del seminario internazionale ‘Space for learning. Bridging innovation and safety in school buildings’ organizzato dal ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca in collaborazione con l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico in corso fino a domani nella sede Miur a viale Trastevere a Roma e che si chiuderà con la visita dei delegati Ocse nei comuni di Amatrice e Cittareale. “L’edilizia scolastica è questione molto sentita in Italia e spesso vissuta con molte ansie da parte delle famiglie” ha dichiarato il sottosegretario del Miur Vito De Filippo, che ha sottolineato l’importanza del seminario per fare il punto sugli ultimi interventi del governo e “sull’impegno per l’innovazione in linea con il Piano Nazionale Scuola Digitale” .

31 anni di ‘Futuro remoto’, il Festival della scienza di Napoli
Tutto pronto per la trentunesima edizione di ‘Futuro remoto’, il festival della scienza che si terrà a piazza del Plebiscito a Napoli dal 25 al 28 maggio. L’evento è “un modo per avvicinare la scienza alla società”, secondo il direttore della Fondazione IDIS-Città della Scienza Luigi Amodio che ai microfoni dell’agenzia di stampa Dire, sottolinea come ‘Futuro remoto’ non sia “un evento di Città della Scienza, ma della città di Napoli e di tutta la Campania, perché sono veramente tantissimi gli enti di ricerca, le università e le istituzioni che partecipano a ‘Futuro Remoto’. Nel salotto buono del capoluogo campano 12 isole tematiche, conferenze, incontri e installazioni, per promuovere il dialogo tra produttori di cultura ed alimentare la creatività, innovando, sostenendo la pace e lo sviluppo sostenibile.

Vasco Rossi, sold out il concerto al Modena Park
20 mila biglietti finiti in meno di due ore. L’evento epocale di Modena Park è ufficialmente sold out”. Così dalla pagina Facebook di Vasco Rossi è stato annunciato l’ulteriore successo del rocker di Zocca. Gli ultimi biglietti disponibili erano stati messi in vendita dalla mattinata di ieri nel circuito Vivaticket ma nel giro di un paio d’ore sono tutti esauriti. A conferma del record mondiale di biglietti e presenze per un concerto che, anticipato da un assaggio di prove acustiche il 29 giugno, radunerà fino a 220.000 spettatori. Chi neanche questa volta fosse riuscito a procurarsi il biglietto potrà godersi lo show attraverso i maxi schermi allestiti in centro a Modena, a Rimini e così come in oltre 140 cinema.

No alla Brexit, Colin Firth ha chiesto la cittadinanza italiana
“Inorridito” dalla Brexit, Colin Firth ha chiesto la cittadinanza italiana. Non è una delle solite bufale online ma la realtà dei fatti. L’attore ha, infatti, inoltrato la richiesta all’ambasciata italiana di Londra perché preoccupato per le conseguenze dell’uscita dall’Europa. D’altronde, sin dall’anno scorso, l’interprete de “Il Discorso del Re” si è detto contrario al verdetto del referendum dello scorso 23 giugno. Un “disastro di proporzioni epiche” lo ha chiamato nelle interviste che ha fatto subito dopo. “Brexit – ha aggiunto – non ha un solo aspetto positivo. Molti colleghi, tra cui Emma Thompson, sono, come me, europei entusiasti, e ancora non riescono a crederci”. Così la decisione di chiedere la doppia cittadinanza. Un modo per restare in Europa insieme alla sua famiglia tutta italiana.