la scuola per ricominciare

Il Progetto “La Scuola, luogo per ricominciare” vuole essere un sostegno psicologico per tutti coloro che vivono la scuola da interpreti, dirigenti scolastici, docenti, alunni e per le loro famiglie. Vuole essere una spinta per gettare le fondamenta delle buone pratiche per costruire un futuro solido e positivo, per coloro che hanno visto cadere le proprie certezze e sgretolare le speranze.

Intende accompagnare i bambini nell’arduo processo di riconoscimento dei traumi, la loro elaborazione e la condivisione emotiva, per poter ricompattare la propria personalità e ricominciare il processo di crescita senza vivere nella paura del futuro.

Verranno realizzati:

  • sportelli di ascolto sia nelle strutture scolastiche che online per docenti e genitori. Affiancamenti con esperti che proporranno attività mirate nei gruppi classe.

  • Gruppi di lavoro (role-playing) di espressione con diverse connotazioni emotive per poter sperimentare l’emozione a livello corporeo.

  • Laboratori per affrontare tematiche quali le condizioni emotive dei bambini, riconoscere gli stati di pericolo ed affrontarli in maniera positiva e propositiva.

  • Laboratori finalizzati a favorire la fantasia e la creatività come nascita di una mente creativa in grado di pensare-elaborare-classificare una determinata esperienza vissuta.

  • Verranno introdotte tecniche di rilassamento per padroneggiare l’ansia e la tensione senza esserne sopraffatti.

L’intero progetto mira all’interesse per la dimensione affettiva ed emotiva insita nei processi di apprendimento nonché alla loro correlazione con il successo scolastico ritenendo di fondamentale importanza la possibilità di poter offrire agli insegnanti, ai bambini e alle loro famiglie gli strumenti per vivere bene il loro mondo interiore, le loro relazioni, le loro emozioni, quindi, di vivere bene la scuola.

Nell’ambito del progetto verrà inoltre promosso un contest per stimolare la creatività dei bambini/ragazzi e dar forma ai loro sogni. La rubrica raccoglierà, dunque, i contributi originali (disegni, racconti, poesie, favole, fotografie, video, ecc…) realizzati dagli studenti nel corso dell’anno.