se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Al 5° giorno delle mestruazioni ho inserito l’anello vaginale nuvaring…

Salve. Il giorno 20 marzo, al quinto giorno delle mestruazioni ho inserito per la prima volta l’anello vaginale nuvaring, l’ho rimosso dopo mezza giornata perché ho iniziato a gonfiare nelle gambe e il giorno dopo mi è tornato il flusso mestruale.. fino al 29 marzo.. ad aprile ho avuto due rapporti consecutivi non protetti col coito interrotto.. ora a maggio ancora il ciclo non è arrivato da marzo. Può centrare il fatto che abbia messo l’ anello o dovrei fare un test?

Alessia, 22 anni


Cara Alessia,
se abbiamo capito bene hai tolto l’anello per i fastidi riportati e poi non lo hai più inserito come metodo contraccettivo. Questo ci aiuta a capire la significatività dei rischi, in quanto se non hai più utilizzato il metodo contraccettivo allora visti i rapporti non protetti potrebbero esserci dei rischi. Il coito interrotto non è un metodo sicuro in quanto non sempre è possibile avere un completo controllo del proprio corpo in momenti di intenso piacere. Inoltre in caso di rapporti ravvicinati, non basta una buona pulizia del pene per eliminare residui di sperma, gli spermatozoi infatti rimangono in vita nelle ghiandole che si trovano vicino alla base del pene e quindi possono fuoriuscire anche nelle prime fasi dei rapporti successivi.
Secondo il bugiardino del contraccettivo se si verifica una espulsione dell’anello dalla vagina è importante reinserirlo entro le 3 ore per evitare di compromettere la copertura contraccettiva. Se il NuvaRing rimane fuori dalla vagina, o si sospetta che sia rimasto fuori dalla vagina per un periodo superiore alle 3 ore durante la prima o seconda settimana di utilizzo, l’efficacia contraccettiva può essere ridotta. La donna deve reinserire l’anello non appena si ricorda di farlo. Deve essere usato un metodo di barriera, come per esempio un profilattico, fin quando NuvaRing non sia rimasto in vagina continuativamente per 7 giorni. Più lungo è il periodo di tempo in cui NuvaRing è rimasto fuori dalla vagina più elevato è il rischio di una gravidanza.

Sicuramente il corpo deve abituarsi al nuovo dosaggio ormonale apportato dal contraccettivo, e diversi possono esseer i fattori che normalmente possono incidere sulle irregolarità del ciclo come fattori di stress fisici o emotivi, oscillazioni ormonali oppure diete drastiche etc… Però potrebbe essere utile confrontarti con la tua ginecologa di riferimento per capire meglio la reazione che hai avuto rispetto all’anello, valutare se utilizzare un altro metodo contraccettivo e approfondire eventuali rischi.
Se vuoi toglierti dei dubbi puoi effettuare anche un test di gravidanza, facilmente reperibile in farmacia e valido sin dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12-14 giorni dal presunto rapporto a rischio.
Speriamo di essere stati di aiuto.
Un caro saluto!