se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

La settimana scorsa abbiamo avuto un rapporto e ho perso del sangue…

Salve, vorrei dei chiarimenti su una cosa che mi sta accandendo abbastanza privata e che riguarda la mia attività sessuale con il mio ragazzo. Ho avuto una ventina di giorni fa il mio primo rapporto (protetto), da cui persi un po\’ di sangue ma nulla di particolare, il giorno stesso scomparve. La settimana scorsa abbiamo avuto un secondo rapporto e ho perso molto più sangue che ha continuato per due giorni e poi scomparso. Adesso il punto è che anche facendo del semplice petting, ho perdite marroni continuamente. Devo preoccuparmi? O è normale? Grazie mille se risponderete!

Anna, 17 anni


Cara Anna,
le prime esperienze sessuali portano con sè non solo forti emozioni ma anche grandi timori e proprio per questo è importante avere delle informazioni chiare e coerenti sono fondamentali per tenere a bada i timori. Potrebbe essere importante fare riferimento al Consultorio della tua zona, dove potrai accedere nel rispetto della privacy e gratuitamente, potrai chiedere tutte le informazioni e valutare, insieme ad un ginecologo il metodo contraccettivo più adatto a te, anche se già avete protetto il vostro primo rapporto. Siete stati bravi, riteniamo infatti che per vivere una sessualità più serena è necessario che essa sia quanto meno protetta.
Andando nello specifico invece le perdite immediate dopo il primo rapporto potrebbero essere legati alla rottura dell’imene anche se non è sempre facile capire se l’imene si sia rotto oppure no, in quanto è una membrana più o meno elastica e di struttura diversa da donna a donna. Alcune donne lamentano dolore e perdite ematiche dopo la rottura altre no, anche in questo caso dipende da persona a persona. L’imene può rompersi completamente oppure non lacerarsi mai o eventuale subire piccole lacerazioni, dovute allo sfregamento. Solo con una visita ginecologica è possibile constatarne la rottura effettiva.
Mentre lo spotting potrebbero essere collegate alla fase ovulatoria: in questi casi avviene che brusco calo degli estrogeni (sbalzo ormonale), che solitamente precede di qualche giorno il picco ovulatorio può provocare un piccolo sfaldamento della mucosa uterina. Oppure ci sono diversi altri motivi che possono causare fenomeni di spotting, come ad esempio un periodo di eccessivo stress o un cattivo comportamento alimentare.
Se dovessero persistere queste perdite potrebbe essere utile confrontarti con una ginecologa di riferimento che con strumenti di approfondimento potrà circoscrivere meglio le ipotesi e darti dei consigli più mirati che purtroppo risultano difficili in una consulenza online.
Speriamo di essere stati comunque di aiuto.
Un caro saluto!