se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Su internet ho visto che la funzione di Ellaone è di arrestare l’ovulazione…

Salve!
Scrivo perché sono particolarmente preoccupata.
Ieri io e il mio ragazzo, a fine rapporto, ci siamo resi conto che si era rotto il profilattico. Dopo circa 15 minuti ho preso la pillola dei 5 giorni (EllaOne). Leggendo il foglio illustrativo e guardando in internet ho visto che però la principale funzione della pillola è quella di arrestare l’ovulazione. Ora, premetto che il mio ciclo non è particolarmente regolare ma generalmente dura 30 giorni, perciò attenendomi a delle previsioni basate su un ciclo di 30 giorni, ieri sarebbe dovuto essere stato l’ultimo giorno della “settimana fertile” o comunque il giorno dopo.
Premetto, poi, che il rapporto in causa era il terzo della giornata.
Corro qualche rischio? La pillola mi tutela o è stata inutile? È possibile che nel liquido seminale ci fossero degli spermatozoi?
Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Francesca, 19 anni


Cara Francesca,
hai assunto la pillola nei tempi corretti puoi stare tranquilla in quanto ha un’altissima probabilità di efficacia, ricorda che EllaOne agisce fino a 120 ore (5 giorni) e se assunta nelle prime 24 ore dal rapporto a rischio di gravidanza indesiderata, è ben tre volte più efficace della pillola del giorno dopo e due volte più efficace se assunta entro 72 ore. Il contraccettivo di emergenza non solo ha la capacità di inibire o spostare l’ovulazione, ma crea anche un clima ostile alla sopravvivenza degli spermatozoi in vagina.
Per cui il contraccettivo dovrebbe tutelarti da eventuali rischi. Nel liquido seminale che l’uomo emette durante l’orgasmo, ci sono gli spermatozoi, mentre nel liquido preseminale che precede la vera eiaculazione ha una funzione prettamente meccanica di lubrificare l’uretra affinché si crei un ambiente idoneo al passaggio dello sperma. Inoltre mantiene l’ambiente basico, affinché gli spermatozoi possano sopravvivere. Secondo alcuni recenti studi scientifici nel liquido preseminale invece non ci dovrebbero essere degli spermatozoi mobili, e seppure ve ne fossero piccole quantità questi non sarebbero in grado di sopravvivere.
Non resta che aspettare l’arrivo del ciclo, anche se è importante considerare che tra gli effetti collaterali non solo ci possono essere nausea, cefalea o dolori pelvici ma possono esserci anche delle irregolarità sul ciclo con ritardi, anticipi o episodi di spotting, proprio a causa del brusco ed elevato apporto ormonali a cui l’organismo deve far fronte.
Se dovessi avere degli ulteriori dubbi potresti confrontarti con il tuo ginecologo di fiducia.
Un caro saluto!