se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Le perdite avute dopo l’assunzione della pdgd potrebbero essere il ciclo?…

Sono sempre io.
Purtroppo è un periodo di vero stress, vari problemi tra cui problemi di amicizia e tanti altri messi assieme. Da qualche giorno sono qui in Calabria da amici per poter staccare la spina e rilassarmi, però ho sempre il pensiero del ciclo in ritardo che mi turba. Tutti mi dicono di poter fare un altro test di gravidanza, però secondo me è inutile, dato che comunque ne ho fatto una la settimana scorsa con risposta negativa e in più svolto un giorno prima del ciclo ancora non arrivato.
Cosa dovrei fare?
Non può essere che magari le perdite avute dopo una settimana dall’assunzione della pillola, erano perdite di ciclo mestruale e quindi dovrei contare da lì il prossimo ciclo?

Alice


Cara Alice,
come ti accennavano nella precedente mail, quando si assume il contraccettivo di emergenza possono esserci delle irregolarità nel ciclo legate proprio al brusco e improvviso apporto ormonale. E’ difficile dare delle risposte precise perchè le irregolarità dipendono molto dalle risposte individuali di ogni singolo individuo per cui variano da persona a persona.
Considera che i test di gravidanza hanno delle risposte valide dal primo giorno di ritardo ma possono essere effettuati anche 12/14 giorni dopo il presunto rapporto a rischio, ovvero il tempo necessario affinché l’ovulo fecondato risalga le tube di Falloppio e si impianti sull’endometrio, solo allora il corpo inizierà a rilasciare l’ormone della gravidanza.
Per cui se il risultato è risultato negativo non dovrebbero esserci rischi significativi. Non hai nessun motivo per rifare il test ma se può essere un elemento concreto ed oggettivo per contenere le tue ansie puoi ripeterlo o eventualmente fare le analisi del sangue.
Potrebbe esserci un anticipo di ciclo come potrebbe essere stato solo spotting devi dare tempo al corpo di ritrovare un suo nuovo equilibrio, di solito in un paio di mesi tutto rientra nella norma.
Per cui monitora con serenità il ciclo e vedrai che presto tutto ritornerà alla sua regolarità.
Forse potrebbe essere invece importante dare più spazio a queste momento di stress e tensione emotivo costante che ti ha spinto a trovare una via di fuga. Forse c’è qualcos’altro oltre al ciclo che ti preoccupa?
Considera che quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Come vedi stress e preoccupazioni incidono fortemente a livello fisiologico alterandone gli equilibrio. 
Siamo sicuri che riuscirai a trovare le risorse per superare questo momento di difficoltà e a fare un pò di ordine. Coraggio!
Un caro saluto!