se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Il profilattico è rimasto integro. C’è possibilità che sia incinta?…

Salve,
mi scuso per il disturbo, ma mi rivolgo a voi perché sono una persona parecchio ansiosa e vorrei cercare di non crearmi inutili preoccupazioni. La domanda che vorrei porvi è la seguente: stamattina ho avuto un rapporto con il mio ragazzo, al termine del quale vi è stata un’eiaculazione interna (preciso che il rapporto è stato protetto con profilattico, il quale è stato usato dall’inizio alla fine del rapporto). Il profilattico risultava integro (sia alla vista, sia dopo che è stato riempito con dell’acqua). Ora, il mio dubbio è: c’è possibilità che sia rimasta incinta? Mi rendo conto che la domanda possa risultare assurda ed irrazionale, ma in rete si legge di tutto e di più (es: possibile presenza di microfori, etc.), pertanto preferisco avere un parere esterno per capire se il mio dubbio è davvero irrazionale o meno, anche per vivere al meglio in futuro questo aspetto della relazione.
Vi ringrazio per l’attenzione e, in attesa di risposta, saluto cordialmente.

Giulia, 23 anni


Cara Giulia,
quello che ci racconti sembra essere un rapporto sicuro e protetto in tutti i suoi momenti.
Ci scrivi che il tuo compagno ha indossato il profilattico fin dall’inizio e che al termine avete eseguito un conrollo per sincerarvi dell’integrità riempendolo d’acqua.
Se ci fossero stati delle lacerazioni o come li definisci tu “microfori”, la superficie del condom, sotto la pressione dell’acqua, si sarebbe dilatata  lasciando appunto intravedere una fuoriuscita.
Come hai evidenziato anche tu vi è una preoccupazione eccessiva nei confronti di situazioni che risultano essere oggettivamente “non a rischio”. Tuttavia ci sembra importante dirti che la paura ha proprio una matrice irrazionale e che nonostante le rassicurazioni che possiamo ricevere dall’esterno a volte è proprio complicato riuscire a sedare l’ansia che ne deriva.
Vogliamo aiutarti a comprendere meglio da dove possa derivare questo stato di agitazione offrendoti una riflessione. 
A volte spostiamo tali sentimenti spiacevoli dal loro luogo di origine verso condizioni più gestibili mentalmente proprio per non imbatterci in qualcosa che emotivamente potrebbe avere un carico più grande.
Forse c’è qualcosa che ti preoccupa in questo periodo della vita che possa riguardare la relazione di coppia o altre situazioni personali?
La gestione tecnica del rapporto (contraccezione e controlli) potrebbe in qualche modo calmare (ma non fino in fondo a quanto pare) preoccupazioni di altra origine.
Torna a scriverci se ne senti il bisogno.
Un caro saluto!