se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho avuto delle perdite rosa/marroncino, sono perdite da ovulazione?…

Gentile dottore,
Le scrivo per avere dei chiarimenti su alcuni dubbi. Giorno 1 dicembre ho fatto le analisi del sangue e delle urine,  e ci sono dei valori un po\’ sballati rispetto a quelli di riferimento, in particolare:
– globuli rossi alti a 5,48 (parametri 4,20 – 5,40)
– MCV bassi a 79,7 (parametri 81,0 – 99,0)
– RDW-SD bassi a 36,4 (parametri 38,0 – 50,0)
– neutrofili bassi a 40,8 (parametri 43,0 – 65,0)
– linfociti alti a 49,0 (parametri 20,5 – 45,5)
– sideremia alta a 156 (parametri 36 – 145 g/dl)
– bilirubina totale alta a 1,08 (parametro < 1,000 mg/dl)
– bilirubina diretta alta 0,40 (parametro < 0,250 mg/dl) bilirubina indiretta normale.
Per quanto riguarda le urine I valori fuori norma sono:
– emoglobina 25/ ul (parametro \”assente \”)
– esterasi leucocitaria 25/ ul (parametro \”assente\”)
– pH  6.5 ( parametro 5.5 – 6.5)
– nitriti assenti
– peso specifico alto 1.030 (parametri 1.012 -1.024)
– leucociti alti 112 (parametri 0 – 15 n/ul)
Per il resto tutto nella norma. Il mio ultimo ciclo l’ho avuto dal 15/10 al 20/10, il prossimo dovrebbe arrivare il 18/11, tuttavia ho un ciclo irregolare a volte anticipa altre volte ritarda per giorni. Per quanto riguarda quest’ ultimo ciclo Da giorno 11/11 ho cominciato ad avere perdite rosa/rosse che di solito mi vengono prima che arrivi il ciclo; tali perdite scarse le ho avute dall’11fino al 16 novembre, con giorni in cui sono state leggermente più  abbondanti, ma nel complesso sono state perdite scarse, tanto da poter usare anche un salvaslip. Una situazione del genere mi è capitata anche con il ciclo di settembre (Che è stato dall’8 al 13 settembre) che è arrivato con una settimana di ritardo ed è stato strano con perdite marroncine e scarse per 7 giorni senza dolori; però a fronte si tale situazione il 23/09 ho fatto un test di gravidanza che è risultato negativo. Il ciclo di ottobre (Che è stato dal 15 al 20 ottobre) è stato come sempre, perdite medio/ abbondanti forti dolori come sempre. Inoltre da giorno 25 novembre, che dovrebbe essere il periodo di ovulazione, ho avuto delle perdite come da periodo fertile che però tendono al rosa/marroncino, sono perdite da ovulazione? in questi giorni invece ho perdite non abbondanti dense giallastre. Non riesco a spiegarmi la situazione con il mio ciclo e le analisi anche perché non ho sintomi rilevanti se non mal di testa frequenti. I rapporti che ho avuto sono tutti iniziati senza preservativo che però abbiamo indossato dopo qualche minuto e terminati con eiaculazione esterna nel preservativo. Premetto che assumo un medicinale per l’epilessia. Potreste dirmi qualcosa sui valori delle analisi? Potrebbero configurare una gravidanza? Oppure è un’infezione visto che ho più volte avuto l’escherichia coli. Sono molto preoccupata grazie in anticipo.

Anonima, 17 anni


Cara Anonima,
da quello che ci racconti non dovrebbero esserci rischi significativi per una gravidanza in quanto i rapporti sono stati protetti. Le irregolarità del ciclo possono essere legati a molteplici fattori come presenza di ovali multifollicolari, fibromi, cisti, oppure possono essere alterate da assunzioni di droghe e/o medicinali, da forte stress emotivo. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
durante il periodo dell’ovulazione può capitare di avere spotting, cioè piccole perdite di sangue. Lo spotting ovulatorio è dovuto ad un brusco calo degli estrogeni (sbalzo ormonale) che solitamente precede di qualche giorno il picco ovulatorio (picco di LH) e che provoca un piccolo sfaldamento della mucosa uterina. Lo spotting può avere cause disfunzionali e organiche. Le più comuni sono le prime, legate a un’ovulazione non ottimale e sono più frequenti soprattutto in giovane età. Tendono a risolversi spontaneamente nel corso di due o tre cicli mestruali.
Le alterazioni ormonali possono dipendere da cause diverse: stress, disturbi del comportamento alimentare, assunzione di contraccettivi ormonali. Se lo spotting si protrae nel tempo e si ripete nei mesi, è un segnale del corpo che ci suggerisce che bisogna attivarsi.
Rispetto alle analisi non possiamo in una consulenza online fare delle ipotesi è necessario che vai dal tuo medico di base che con una anamnesi approfondita saprà inserire in maniera appropriata questi valori e trovare quindi delle possibile spiegazioni. Sicuramente possono avere un ruolo sia l’infezione da l’escherichia coli sia l’interazione con il farmaco da epilessia. Ma a maggior ragione essendo un quadro così specifico è fondamentale avere un quadro di insieme che solo il medico che ti ha in cura può avere.
A volte è difficile recarsi dal medico, fatichiamo ad esporci o ad avere fiducia ma è importante avere un quadro completo per poter avere delle risposte individualizzate.
Un caro saluto!