se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho i capezzoli e gli organi genitali più scuri. Posso essere incinta?…

Salve vorrei avere un parere,è così calmare la mia ansia.il 6 di dicembre ho avuto un rapporto a rischio (coito interrotto) e dopo 13 giorni mi è arrivato il ciclo con anticipo di 3 giorni,ciclo normale che è durato 4 giorni come sempre.dopo una 10 di giorni ho iniziato ad avere dei disturbi legati a lo stomaco come gonfiore e crampi un po’ di male al seno è un po’ di tremarella subito ho fatto un test e dava negativo. Poi da qualche giorno o iniziato a notare i colore dei capezzoli e dei organi genitali esterni che sono diventati più scuri del normale e subito ho fatto un’altro test e anche questo negativo adesso a 35 giorni dal rapporto a rischio ne ho fatto un’altro è ancora negativo. Possibile che sia incinta? e se lo sono facendo i conti sarei di 6sett+5 quindi è possibile che i test non riescano a rilevare la gravidanza dopo,così tanto tempo.?oggi faccio comunque le beta perché non mi spiego la pigmentazione.e sono super in ansia,vi ringrazio per la attenzione ed spero di avere risposta presto grazie.

Ale, 37 anni


Cara Ale,
il coito interrotto come già sai non è un metodo contraccettivo affidabile perché in linea generale risulta sempre molto difficile saper controllare l’eiaculazione in un momento di estrema eccitazione come quella esperita durante un rapporto.
Tuttavia l’ipotesi di una gravidanza è da escludere in quanto, non solo hai avuto il ciclo nei giorni successivi al rapporto a rischio, ma hai confermato tale ipotesi con ben 3 test di gravidanza a distanza di tempo.
I rilevatori stick degli ormoni presenti nelle urine sono altamente attendibili se effettuati correttamente (ossia seguendo le istruzioni riportate nel foglietto illustrativo).
La nausea e i dolori al seno potrebbero essere riferiti all’ovulazione o  ad un altro problema medico eventualmente da approfondire.
Per quanto riguarda la pigmentazione dei capezzoli e dei genitali questa potrebbe dipendere da tanti fattori tra cui gli sbalzi ormonali con successiva  dilatazione dei vasi sanguigni presenti nelle zone di cui parliamo.
A volte anche stati emotivi possono portare a variazioni nei capezzoli (si possono inturgidire improvvisamente in un momento di spavento o eccitazione) ma è sempre importante accertarsi con il proprio medico che questo non dipenda da altro.
Per questo motivo il nostro suggerimento è quello di rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia o presso il consultorio per approfondire tali manifestazioni che ti stanno allarmando in quest’ultimo periodo.
Speriamo di aver chiarito i tuoi dubbi.
Un caro saluto!