se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Sabato scorso ho assunto Norlevo come pillola del giorno dopo…

Salve,
Sabato scorso ho assunto Norlevo come pdgd..nei giorni successivi mi sarebbe dovuto arrivare le mestruazioni visto che ero al termine del ciclo, giovedì però sono andata dal ginecologo per sentire il suo parere e tramite una ecografia interna mi ha detto chiaramente di stare tranquilla perché nell’apposito spazio in cui dovrebbe esserci l’ovulo fecondato non c’era niente.
Mi ha mostrato poi le ovaie e dicendo che il ciclo mi sarebbe arrivato a giorni..
Ora ho delle perdite bianche da un paio di giorni..
Mi chiedevo: quanto possono ritardare le mestruazioni dopo la pdgd? E essendo andata a fare una visita dal ginecologo posso stare tranquilla?
Presumo che meglio essendo un dottore in materia non dovrebbe sbagliarsi o no?
Grazie

Anonima


 

Cara Anonima,
ci sembra proprio che puoi stare tranquilla rispetto ad un rischio gravidanza. Hai assunto la pillola del giorno dopo, e ci sembra di capire che è stata assunta nei modi e tempi previsti, cioè entro le 72 ore, (3 giorni) dal rapporto sessuale, quanto prima si prende la pillola tanto maggiore sarà la sua efficacia nell’evitare una gravidanza. Ciò significa che vi sarà un’ efficacia elevata se assunta entro le 24 ore dal rapporto diminuendo di efficacia fino ad annullarsi oltre le 72 ore di intervallo. Inoltre è stata effettuata una ecografia, dove il ginecologo ha riscontrato attività ovulatoria e ti ha quindi rassicurato. Detto ciò tieni presente che la contraccezione di emergenza può avere, in alcune donne, degli effetti collaterali, questo dipende da donna a donna, tra questi effetti collaterali si potrebbero presentare ritardi o anticipi del ciclo. Le perdite bianche potrebbero essere legate all’imminente arrivo del ciclo o al diverso clima ormonale, e se a tali perdite non è associato bruciore, prurito od altro sintomo, nulla di preoccupante. Aspetta con serenità l’arrivo del ciclo tenendo presente che anche ansia e stress possono incidere sulla regolarità.
Sperando di averti ulteriormente tranquillizzato ti invitiamo a scriverci nuovamente per qualsiasi dubbio o perplessità.
Un caro saluto!