se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Sono nel panico…l’ho fatto con il mio ragazzo non utilizzando il preservativo…

Ho un problema. Il 10 marzo l’ho fatto con il mio ragazzo non utilizzando il preservativo, ma quando lui si accorgeva di venire l’ha tolto da me e non è venuto dentro. Adesso ho un ritardo di 3 giorni e sono nel panico. Ho paura di essere incinta. Sapete consigliarmi qualcosa?

Giada, 17 anni


Cara Giada,
avere rapporti non protetti da un metodo contraccettivo porta con sé sempre un grande margine di rischio in quanto il coito interrotto, seppur largamente diffuso, non è considerata una pratica sicura ed affidabile. Parte del liquido seminale potrebbe fuoriuscire e occorre quindi avere una grande padronanza del proprio corpo e un controllo elevato per ridurre il rischio. Controllo che spesso è difficile avere soprattutto nei momenti di massimo piacere durante i quali si tende a lasciarsi andare abbandonandosi alle sensazioni. Nella tua situazione, nonostante l’eiaculazione sia avvenuta esternamente, il rapporto resta comunque non protetto e quindi non sicuro. E’ vero anche che affinchè ci sia un concepimento è necessario che l’eiaculazione avvenga internamente e la donna deve trovarsi nei suoi giorni di fertilità che, in un ciclo regolare di 28 giorni, cadono circa tra l’11° e il 18° giorno del ciclo. Da quanto scrivi non sappiamo se al momento del rapporto ti trovavi nei giorni più a rischio ovvero di fertilità. Tieni presente comunque che la regolarità del ciclo può subire variazioni dovute a fattori emotivi come la preoccupazione e l’ansia che stai vivendo e quindi il ciclo potrebbe tardare proprio per questi motivi. Ovviamente non possiamo darti una certezza assoluta, ti consigliamo però per i prossimi rapporti di valutare insieme al tuo partner di scegliere un metodo contraccettivo che possa aiutarvi a vivervi la sessualità in maniera più libera da ansie e pensieri negativi che a volte rischiano di inquinare l’intimità.
Prova a tranquillizzarti e attendere l’arrivo del ciclo, qualora dovesse persistere il ritardo ti consigliamo di rivolgerti ad una ginecologa di fiducia per approfondire meglio la situazione.
Speriamo di averti chiarito i dubbi.
Un caro saluto!