se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Il ragazzo mi ha masturbato non inserendo le dita in vagina…

Salve esperti,
Vi contato nuovamente perché ho una domanda da porvi che non mi fa dormire la notte. Il mese scorso ho assunto ellaone e le mestruazioni sono arrivate con soli due giorni di ritardo rispetto al solito. Le solite mestruazioni abbondanti e dolorose. Dopo le mestruazioni, al dodicesimo giorno di ciclo è successo quello che vi ho scritto tempo fa: il ragazzo mi ha masturbato non inserendo le dita in vagina. Precedentemente avevo avuto un rapporto orale e lui si era prima asciugato il membro con un fazzoletto e poi gli ho fatto pulire le mani con una salviettina.
Adesso sono al quarto giorno di ritardo e vorrei porvi questa domanda.
Il ritardo è dovuto alla pillola ellaone che ho assunto che ancora fa risentire gli effetti? Può alterare i giorni di ovulazione dei successivi cicli? Io ho notato che al dodicesimo giorno non avevo perdite di muco ma ho avuto delle macchioline rosa (per un solo giorno) al ventunesimo giorno circa e perdite di muco al ventiseiesimo. E adesso sono secca. Dovrei contare circa 14 giorni da quando ho finito di sentirmi bagnata? Puo quindi la pillola portare a questi ritardi o devo preoccuparmi? Grazie Mille.

Sabrina


Cara Sabrina,
hai fatto bene a riscriverci è importante avere un contenimento, chiedere informazioni perchè è l’unico strumento che permette di gestire meglio le ansie e le paure.
Rispetto all’episodio descritto della masturbazione ti ribadiamo che non dovrebbero esserci dei rischi in quanto ci sono stati troppo passaggi per cui lo sperma era già secco e poi non c’è stato alcun contatto interno per cui veramente i rischi sono pari a zero. Quando si assume il contraccettivo di emergenza, possono esserci delle irregolarità sul ciclo con anticipi, ritardi o episodi di spotting, ovvero delle perdite. Questo è dovuto al fatto che l’organismo deve trovare nuovi equilibri di fronte all’elevato e improvviso apporto ormonale. Solitamente il tutto dovrebbe rientrare in un paio di mesi dall’assunzione della pillola. Se dovessi notare il persistere di queste irregolarità potresti confrontarti con una ginecologa che avendo a disposizione più strumenti di approfondimento potrà circoscrivere meglio la sintomatologia.
Solitamente in prossimità della fase di ovulazione, nelle donne si verificano cambiamenti nella cervice, nel muco prodotto dal collo dell’utero e nella temperatura corporea basale. Possono esserci delle perdite di muco vaginale che inizialmente si presentano acquose, filanti e trasparenti, e si mantengono tali fino alla fine dell’ovulazione, per diventare poi dense e biancastre subito dopo l’ovulazione oppure possono esserci alcuni sintomi come tensione al basso ventre. Ma ogni organismo ha una sua risposta precisa. E tu in questo momento ti trovi molto probabilmente in un momento di transizione in cui il corpo si sta riassettando dopo il contraccettivo di emergenza.
Speriamo di essere stati di aiuto. Torna a scrivere se ne hai bisogno!
Un caro saluto!