se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho giramenti di testa, il ginecologo saprebbe dirmi di una gravidanza?…

Ho avuto l’ultimo ciclo il 25 marzo il 4 e il 7 aprile ho avuto rapporti non protetti con coito interrotto. Il mio ciclo è di circa 36 giorni quindi dovrei ovulare intorno al 21esimo giorno. Da qualche giorno ho giramenti di testa e perdite bianche e a volte qualche fitta alle ovaie. Sono sintomi dell’ovulazione o ci potrebbe essere il rischio di una gravidanza? Giorno 20 ho la visita dal ginecologo se ci dovesse essere una gravidanza in corso saprebbe dirmelo? O è troppo presto per monitorarla?

Mariagrazia, 20 anni


Cara Mariagrazia,
il coito interrotto non protegge in modo sicuro dal rischio di una gravidanza non desiderata, in quanto per l’uomo è difficile avere il controllo nel momento di massimo piacere, per questo motivo è utile ricorrere a metodi contraccettivi ormonali o di barriera, ti suggeriamo di informarti anche tramite il tuo ginecologo sul metodo più adatto alle tue esigenze. La possibilità di una gravidanza sebbene sia minima, quindi, non può essere esclusa in modo assoluto. I sintomi che descrivi non sono specifici e se ti vuoi togliere qualsiasi dubbio puoi fare un test di gravidanza, considera che questi sono efficaci già dal primo giorno di ritardo oppure dai 12 ai 15 giorni successivi al rapporto o tramite le analisi del sangue. Il ginecologo per fare una diagnosi certa di una gravidanza in corso solitamente utilizza i risultati delle analisi del sangue e dalla quarta o quinta settimana dall’eventuale concepimento può effettuare un’ecografia transvaginale precoce.
Speriamo di esserti stati di aiuto, se hai altri dubbi o domande torna a scriverci.
Un caro saluto!