se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Devo considerare queste perdite una falsa mestruazione per la pdgd?…

Gentilissimi,
vi scrivo per chiedere un’informazione e spero di ricevere presto una risposta, sono tanto spaventata! Il giorno 02/04 ho avuto l’ultima mestruazione, terminata il 06/04. Generalmente ho un ciclo di 32-33 giorni. In data 12/04 ho avuto un rapporto protetto, ma purtroppo il profilattico si è rotto. Ce ne siamo resi conto dopo un po’ e pur non essendoci stata eiaculazione, nel timore delle perdite preseminali lo stesso giorno dopo 2 ore ho assunto la pdgd Norlevo. Non ho accusato particolari disturbi, se non dolore alle ovaie come se stessi ovulando. Ieri a 5 gg dall’assunzione ho cominciato ad avere spotting, il quale però è divenuto sempre più abbondante: è un flusso di sangue a tutti gli effetti, corredato da dolore uterino caratteristico dei giorni mestruali. Non penso si tratti di una mestruazione e sono spaventata dalla sua entità. . . Come dovrei comportarmi ? È normale avere perdite tanto consistenti ? Devo considerare queste perdite una falsa mestruazione dovuta alla pdgd ? L’ovulazione sarà ritardata in seguito a queste perdite ?chiedo scusa per le tante domande sceme ma l’ansia non mi aiuta… un saluto e buona giornata

Giovanna, 22 anni


Cara Giovanna,
hai fatto bene a scriverci e non esistono domande giuste o sbagliate, l’informazione è l’unico strumento che abbiamo per poter contenere al meglio dubbi e timori.
Molto probabilmente, da quello che ci hai scritto, nel momento in cui è avvenuto il rapporto, potrebbe anche non esserci ancora stata l’ovulazione essendo al 10°, se consideriamo che su un ciclo di 28 giorni la finestra fertile avviene tra l’11° e il 18° giorno. Ma  è chiaro che è difficile avere delle certezze assolute, per questo è sempre bene confrontarsi con il proprio ginecologo quando succedono questi imprevisti. In merito alla pillola del giorno dopo l’hai assunta nei tempi giusti per cui la sua efficacia è molto elevata.
Considera che quando si introduce una quantità massiccia e repentina di ormoni il corpo viene sottoposto ad un forte stress e per questo oltre ai soliti effetti collaterali come nausea, vomito, dolori pelvici, cefalee potrebbero anche esserci delle importanti irregolarità dell’andamento del ciclo con variazioni del flusso, durata e data di anticipo, soprattutto durante il primo mese. Possono quindi verificarsi episodi di spotting, ritardi o anche anticipazioni. Non c’è una regola precisa perchè ogni organismo ha una sua risposta individuale, ma molto probabilmente l’episodio che ci hai raccontato potrebbe proprio essere una risposta non funzionale dell’organismo all’eccesso di ormoni. E’ un pò come quando durante uno stato febbrile la temperatura si eleva proprio per permettere al corpo la sua battaglia contro l’infezione.

In una consulenza online è impossibile darti delle risposte individuali e circoscritte, perchè mancano non solo la tua storia anamnestica ma anche la possibilità di approfondire con strumenti diagnostici; non riteniamo che ci siano elementi che facciano preoccupare in quanto nel rapporto a rischio non c’è stata eiaculazione, hai comunque assunto tempestivamente la Norlevo per cui non ci dovrebbero essere rischi significativi ma ti consigliamo, come sempre, di monitorare le irregolarità nel tempo ed eventualmente se l’ansia dovesse prendere il sopravvento di confrontarti con la tua ginecologa di riferimento che saprà sicuramente darti delle risposte più individualizzate. A volte ci facciamo prendere dall’ansia della risposta, o dalla vergogna ma i medici son lì proprio per accogliere i nostri dubbi e trasformarli in certezze.
Un caro saluto!