se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho avuto un rapporto non completo cioè ‘strusciando’ con il mio ragazzo…

salve,le scrivo perchè sono molto preoccupata.. ho avuto l’ultimo ciclo il 24 marzo, e il 12 aprile ho avuto un rapporto non completo cioè ‘strusciando’ con il mio ragazzo dove lui dice di non aver avuto nessuna perdita ed infatti non ero preoccupata,poi il 25 giorno in cui mi sarebbe dovuto il ciclo,il ciclo non è arrivato, e ho avuto un altro rapporto sempre non completo, dove il mio ragazzo è ‘arrivato’ mentre io ero al bagno quindi io non ero accanto a lui.. oggi 7 maggio del ciclo non c’è traccia,ho la temperatura che oscilla sempre tra i 37 e un dolore forte al seno,e al sesto giorno di ritardo ho effettuato un test con esito negativo..è possibile che il ciclo non mi venga perchè sono molto preoccupata? la prego di rispondermi al più presto..l’ansia mi sta uccidendo,grazie mille in anticipo per la risposta

Ida, 17 anni


Cara Ida,
il test dovrebbe essere attendibile perchè effettuato nei tempi giusti per cui non ci dovrebbero essere particolari rischi. Non vi è stato un rapporto completo per cui anche questo aiuta a ridurre sensibilmente i rischi per quanto vi consigliamo sempre di proteggere i rapporti dall’inizio alla fine e di scegliere tra i diversi metodi contraccettivi in commercio quello che maggiormente rispecchia le vostre esigenze proprio per vivere la sessualità in maniera più serena e protetta.
Il ritardo del ciclo può essere imputato a diversi fattori che non sempre sono collegati alla gravidanza. Potrebbero esserci aspetti prettamente fisiologici come ovaio policistico, le infezioni dell’utero o delle ovaie, lo squilibrio dell’attività tiroidea o delle ghiandole surrenali, ma  soprattutto potrebbero incidere diverse variabili funzionali come il cambio di stagioni, irregolarità del ciclo sonno-veglia, l’assunzione di farmaci e/o droghe, una iperattività fisica. Anche il peso ha la sua funzione: essere sovrappeso porta a registrare alti livelli di estrogeni che a causa dell’eccessivo peso corporeo spingono le ovaie a non ovulare; essere sottopeso non aiuta il corpo a produrre abbastanza estrogeni per ovulare.
Per cui anche diete improvvise e drastiche possono avere una influenza sull’andamento del ciclo. Infine non è da sottovalutare lo stress emotivo, infatti quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Monitora nel tempo queste irregolarità e se dovessero persistere puoi confrontarti con la tua ginecologa che saprà sicuramente avere un quadro più completo ed individualizzato.
Un caro saluto!