se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Sono assillata dai dubbi e paure, vivo con i sensi di colpa dal momento in cui ho la voglia di fare l’amore con lui…

Buonasera. Scrivo perché sono assillata dai dubbi e dalle paure, e non so piú come uscirne. Mi sento molto sola, confusa e spaventata e non so piú a chi rivolgermi! Non so se vi ricordate di me, ma qualche tempo fa vi avevo scritto per parlarvi delle mie paure riguardo alla sessualità che stavo vivendo con il mio nuovo ragazzo. Ebbene, a distanza di mesi queste paure si sono fatte piú forti e non so piú come controllarle. Abbiamo fatto solo petting fino ad ora, ma ogni volta é una nuova ansia. Per esempio, l’ultima volta ci siamo masturbati a vicenda, poi dopo essersi asciugati e passato qualche minuto, lui mi ha ritoccata e penetrata con le dita, che però io avevo toccato prima ed erano umide. Non bagnate, ma umide. Ecco ora io ho il terrore che possa essere rimasta incinta in questo modo! É possibile? Comunque la situazione é ancora piú difficile per me perché vivo con i sensi di colpa, dal momento in cui ho la voglia di fare l’amore con lui ce l’ho. Ma non so piú cosa sia giusto e cosa sbagliato. Lui non mi mette pressioni su niente, anzi é disposto ad aspettare, però piú va avanti la nostra storia e piú io non mi sento tranquilla. Ho paura di perderlo a causa di queste cose, ho paura di rimanere incinta e di dover cambiare la mia vita totalmente, facendo soffrire la persona che piú amo al mondo. Anche nei confronti della mia fede mi sento confusa, perché essendo molto credente non so se fare l’amore e provare certe cose per una persona sia ritenuto sbagliato e “peccaminoso” oppure no. Vi prego, aiutatemi.

Chiara


Cara Chiara,
ricordiamo bene che ci hai scritto in un periodo di difficoltà e siamo contenti che tu abbia deciso di riscriverci nuovamente, questo fa pensare che avere uno spazio nel quale mettere pensieri e vissuti emotivi ti sia utile. Speriamo anche questa volta di fornirti degli spunti su cui riflettere e allentare l’ansia che stai vivendo.
Come ti abbiamo precedentemente detto la sessualità alle volte può spaventare generando paura, dubbi e confusione, soprattutto per chi è alle prime esperienze può rappresentare un mondo ancora tutto da conoscere. Quindi avere il timore di restare incinta è largamente diffuso, però quando nonostante gli accorgimenti necessari, l’ansia persiste e getta in uno stato di forte agitazione, forse è importante iniziare a porsi delle domande… Da quello che scrivi percepiamo un’ansia più profonda, forse legata ad altro…il tuo sentirti in colpa per avere il desiderio di fare l’amore con il tuo fidanzato, la confusione legata a cosa sia giusto e cosa sia sbagliato. Questi già sono aspetti su cui crediamo che valga la pena fermarsi a fare un pensiero. L’intimità è un’area strettamente personale e ognuno, all’interno della coppia, deve sentirsi libero di sperimentarla con il proprio partner nei modi e nei tempi più “giusti”, rispettando sé stessi e chi è al proprio fianco. E’ difficile poter dire quando si è nel giusto e quando si sta sbagliando, riteniamo invece importante che ognuno possa seguire ciò che sente, arrivando a crearsi un sistema di pensieri e comportamenti che seguano un’etica interna alla persona, che non necessariamente coincide con quella delle altre persone.
Dici di non sentirti tranquilla, anzi, più procede la storia con il partner e più le ansie aumentano. Cerca di chiederti che cosa realmente ti crea agitazione, a volte la sessualità può essere la spia di aspetti più profondi legati alla coppia o a sé stessi, forse l’idea che la relazione affettiva prosegua e quindi si fortifichi diventando qualcosa di davvero importante ti spaventa? Parli di confusione, ti senti sola, eppure ci sembra di capire che il tuo lui ti stia accanto, non ti metta pressione ed è disposto ad aspettarti. Ma aspettare cosa? Hai mai parlato con lui di come ti senti, di quello che provi? Riteniamo che mantenere sempre un dialogo aperto anche su questi aspetti possa aiutare la coppia a lavorare sulle difficoltà e a trovare un equilibrio più funzionale che possa far stare bene entrambi. E soprattutto potrebbe aiutarti a sentirti meno sola: la condivisione è una risorsa! Ci chiediamo se generalmente sei una ragazza ansiosa e se quindi l’ansia e la preoccupazione si riversa anche in altri ambiti (scuola, famiglia, amicizie, ecc…). Immaginiamo non deve essere facile gestire questi vissuti, ma mantenere uno spazio, un luogo dove far circolare pensieri che aiutino a fare delle connessioni su aspetti più profondi forse può aiutarti.
Prova a riflettere su quanto detto fino ad ora, se hai ancora altri dubbi torna a scriverci quando vuoi.
Un caro saluto!