se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Ho avuto due rapporti protetti con il mio ragazzo, ora però ho un ritardo…

Buongiorno,
premetto che ho avuto le ultime mestruazioni il 21 aprile e che ho un ciclo di 30 giorni circa. Ho avuto due rapporti con il mio ragazzo, uno il 10 maggio e uno il 17, tutti e due protetti dall’inizio alla fine, con eiaculazione interna la prima volta (il preservativo era integro, abbiamo controllato alla fine riempiendolo d’acqua) ed esterna la seconda. Ora però ho un ritardo, mi fa male il basso ventre e sento tensione al seno, sintomi che solitamente ho quando mi sta per venire il ciclo. Posso stare tranquilla e il ritardo può essere dovuto ad altri fattori, come cambio di stagione o semplicemente stanchezza? Grazie.

Martina, 22 anni


 

Cara Martina,
da quello che ci hai scritto ci risulta che non ti trovavi nel tuo periodo fertile poiché hai avuto il rapporto il 20° e il 27° giorno del ciclo, infatti il periodo fertile di una donna va dal 11° al 18° giorno in un ciclo regolare. Avendo un ciclo di 30 giorni sarebbe in dubbio solamente il periodo del primo rapporto che però è stato protetto con il preservativo dall’inizio alla fine del rapporto, quindi dovresti stare tranquilla. La giusta modalità di utilizzo del preservativo (dall’inizio alla fine) e la sicurezza che fosse integro dovrebbero tranquillizzarti. Inoltre, come tu stessa dici, il dolore al basso ventre e la tensione al seno sembrano proprio i sintomi pre-ciclo.
Ti consigliamo quindi di attendere il ciclo e, qualora il ritardo dovesse persistere, di rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia per approfondirne le cause.
Sappi comunque che l’irregolarità del ciclo può dipendere da diversi fattori come per esempio la presenza di infezioni, le oscillazioni ormonali, lo squilibrio della ghiandola tiroidea o delle ghiandole surrenali; ci possono essere anche variabili funzionali come variazioni del ciclo sonno/veglia, cambio di stagione, assunzioni di farmaci, diete drastiche attività sportiva eccessiva e lo stress emotivo. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Speriamo di esserti stati d’aiuto e torna a scriverci quando vuoi!
Un caro saluto!