se so è meglio

Coordinamento: Dott.ssa Laura Sartori, psicoterapeuta - Dott. Enzo Maiorana, ginecologo

Argomento:

Come posso differenziare le perdite da impianto dal ciclo?…

Come posso differenziare le perdite da impianto dal ciclo?

Marcella, 19 anni


Cara Marcella,
le perdite da impianto, conosciute anche come perdite di annidamento, si verificano, nel momento in cui l’embrione si “stabilisce” dentro l’utero, non le hanno tutte le donne e si possono presentare con durata, quantità e colore diversi in base ai singoli casi.
Generalmente hanno un colore rosso scuro e possono verificarsi nel momento in cui l’ovulo fecondato si impianta nella mucosa uterina. L’endometrio, che accoglie l’ovulo, è pieno di vasi e capillari, i quali, in seguito all’annidamento, possono rompersi e determinare un sanguinamento di lieve entità.
Tendenzialmente queste perdite si presentano tra i 7 e 12 giorni dalla fecondazione e talvolta può coincidere con la data attesa per le mestruazioni, per questo è facile confondersi con l’arrivo del ciclo. Un elemento che ci può aiutare a riconoscerle è rappresentato dal colore. Anche i sintomi che le accompagnano sono caratteristici.
Se ci sono dei dubbi è sempre meglio fare un test di gravidanza, così da attivare tutte le attenzioni che questa condizione comporta e capire bene di cosa si tratta.
Un caro saluto!